fbpx

Napoli-Frosinone 0-4: azzurri fuori dalla Coppa Italia

Napoli Frosinone

Napoli-Frosinone 0-4: la cronaca

Un Napoli ricco di giocatori che fin qui hanno avuto poco spazio, da Demme(all’esordio stagionale) a Gaetano, da Lindstrom a Gollini e Simeone, affronta il Frosinone.

In palio i quarti di finale in cui sfidare la vincente di Juventus -Salernitana che si giocherà il quattro gennaio.

La cronaca del primo tempo

La partita comincia con il Frosinone  in pressing uomo su uomo che mette in difficoltà il Napoli, spesso costretto ad appoggiare su Gollini per evitare la pressione avversaria.

La prima vera occasione è per il Napoli al 16′:  sull’out di destra scambio tra Demme, Zanoli e Lindstrom con il giocatore danese che riceve la palla  in area e calcia forte ma sul portiere: il portiere respinge con  mano e piede.

Subito dopo ancora Lindstrom che prova a servire in ripartenza Simeone, ma il passaggio non è preciso e la difesa frusinate libera.

Ancora il Napoli al 21 colpisce il palo con Raspadori servito da Cajuste, finalmente la squadra azzurra sembra aver trovato il bandolo della matassa e mette in difficoltà il Frosinone.

Al 29′ la prima occasione per il Frosinone arriva con Caso che evita Zanoli e calcia in porta ma Ostigard si oppone con il corpo ed evita guai peggiori.

La partita vive poi un momento di stasi, con il Frosinone che si fa più intraprendente e prova ad impensierire il Napoli.

Al trentaseiesimo però sono proprio gli azzurri a passare con Simeone  che approfitta di un errore di Okoli che sbaglia il retropassaggio al portiere e serve il  Cholito.

Il goal però viene poi annullato dall’arbitro richiamato dal VAR che gli mostra come in partenza l’azione fosse viziata da un fallo di mano di Lindstrom.

Il primo tempo si chiude con una punizione di Raspadori che fa passare la palla in mezzo alla barriera e viene parata dal portiere.

La cronaca della ripresa

All’intervallo Di Francesco sostituisce Kvernadze, ammonito, con Lirola.

L’inizio è del Frosinone che prima con Cheddira e poi con Garritano impegnano Gollini.

Al 53′ da punizione Mario Rui colpisce il palo esterno alla destra del portiere.

Al 54′ escono Mario Rui e Demme sostituiti da Lobotka e Di Lorenzo, che si posiziona a sinistra lasciando la destra a Zanoli.

Mazzarri al 63′ inserisce anche Osimhen e Kvaratskhelia, ma due minuti dopo (65′) su sviluppo di un calcio d’angolo Barrenechea svetta di testa e segna il vantaggio frusinate.

Il Frosinone raddoppia poi al 69′ per un retropassaggio lento di Di Lorenzo: ne approfitta Caso che infila Gollini.

A questo punto Mazzarri (73′) sostituisce Lindstrom con Politano.

Proteste di Kvaratskhelia che cade in area per un contatto con Okoli (82′) ma per Abisso è tutto regolare.

Il Napoli si espone con regolarità al contropiede del Frosinone che manca il terzo goal in più occasioni.

Al 90′ proprio il capitano azzurro fa fallo su Gelli regalando al Frosinone un calcio di rigore che Cheddira trasforma spiazzando Gollini.

La debacle si completa al 94′ con il quarto goal di Harroui.

Una brutta pagina per il Napoli che per la terza volta consecutiva esce agli ottavi di Coppa Italia.