fbpx

Salernitana e la panchina che scotta: Inzaghi prende il posto di Liverani?

Salernitana

Salernitana e la panchina che scotta: Inzaghi prende il posto di Liverani?

Soltanto pochi giorni fa il tecnico piacentino, ex bomber nazionale, Filippo Inzaghi era stato defenestrato dalla dirigenza salernitana sostituito in panca da Fabio Liverani.

Oggi, il quotidiano “La Repubblica”, sulle proprie colonne, evidenzia la quasi riassunzione di Inzaghi che potrebbe sostituire Liverani.

Di certo un po’ di contraddittorio societario vi è e si tocca con mano, ciò perché la squadra sta offrendo il peggio di se stessa ed è ultima in classifica, con la probabilità che a fine stagione possa scivolare in serie B.

Però se tutti facessero quadrato e ricominciassero a dannarsi l’anima per la maglia granata, qualcosa potrebbe ancora venire fuori.

Intanto mister Inzaghi parrebbe abbia rifiutato l’offerta della panchina per non aver avuto certezze sul mantenimento delle distanze di Walter Sabatini dal suo operato.

Il contatto con Inzaghi c’è stato, ma è stato vano

Ricapitolando, dunque, Inzaghi sarebbe anche tornato a Salerno con la certezza di rimanere il tecnico della squadra anche se la Salernitana fosse andata in B alla fine di questa stagione, ma nessuna assicurazione dell’allontanamento di Walter Sabatini, visto da Inzaghi come un suo antagonista nel lavoro di squadra.

Ecco come “La Repubblica”, nella sua edizione Napoli, ha disquisito su questo curioso caso: “la società del presidente Iervolino, che nell’immediato dopo partita contro il Monza, quando è arrivato l’ennesimo ko che complica ulteriormente la già difficile corsa salvezza, aveva valutato anche l’esonero di Fabio Liverani, tecnico arrivato da circa due settimane sulla panchina del club campano.

La società ha poi deciso di confermare la fiducia all’attuale allenatore, ma in quei concitati momenti post Monza era tornata di forte attualità la candidatura di Filippo Inzaghi, tecnico esonerato solo pochi giorni fa”.

Inoltre il quotidiano spiega che: “il contatto telefonico fra le parti c’è stato, con Inzaghi che però avrebbe chiesto precise garanzie – contratto fino al 2025, con assicurazione di permanenza anche in caso di retrocessione in Serie B, e soprattutto il divorzio da Walter Sabatini.

Richieste che la società ed il presidente Iervolino non hanno potuto accogliere, ma il retroscena resta. E racconta bene il momento di difficoltà all’interno della società campana in questo caldissimo finale di stagione”.