Marelli: “Giusto rosso a Meret, ma non sono stati valutati alcuni parametri”

Marelli Luca

Marelli:  mi ha colpito come l’arbitro ha deciso rapidamente sull’episodio Meret-Ronaldo. Non è necessario che un calciatore si spezzi una gamba per subire un fallo, quindi se qualcuno salta per tutelarsi è sempre fallo. Andavano valutati però lo sviluppo generale dell’azione

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Luca Marelli, ex arbitro.
Queste le sua parole -in particolare sull’espulsione di Meret ieri nel corso della partita Napoli – Juventus:
“Mi ha colpito come l’arbitro ha deciso rapidamente sull’episodio Meret-Ronaldo. Non è necessario che un calciatore si spezzi una gamba per subire un fallo, quindi se qualcuno salta per tutelarsi è sempre fallo. Andavano valutati però lo sviluppo generale dell’azione, dato che il recupero di Allan è fuori possibilità, ormai Ronaldo era lanciato.
Avrei gradito un check più lungo che avrebbe valutato tutti questi parametri, cosa che non è stata fatta. L’on-field review? Non si trattava di chiaro errore, quindi non sarebbe stato possibile. Il rosso a Meret c’era, in presa diretta sicuramente sì, ma dallo schermo non sono sicuro.
Anche l’espulsione a Pjanic è netta, così come il rigore del Napoli è giusto. Non ho avuto la percezione che Rocchi abbia voluto compensare il rosso di Meret, ma ieri è stata una partita in gergo nostro ‘inarbitrabile’, davvero sfigata, perché ci sono stati tanti episodi ambigui.
Il mancato rosso a Koulibaly è stato anche quello un errore marchiano, ma la prova di Rocchi è stata ottima, considerata la difficoltà della parola. I giocatori in campo lo hanno sempre rispettato, questo fa capire la sua autorevolezza”. Conclude Marelli.

🖨

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *