fbpx

Sassuolo, Carnevali: ”Speriamo di rendere la vita difficile al Napoli”

Carnevali boga

Carnevali: accogliamo con piacere i tifosi del Napoli e speriamo di vivere una bella giornata di sport

Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo -in vista del match di domenica contro il Napoli-  è intervenuto a Radio Marte, nel corso della trasmissione Si gonfia la rete, rilasciando le seguenti dichiarazioni:

“Il Sassuolo contro il Napoli vuole portare a casa qualcosa in più rispetto agli ultimi anni. Sarà una gara dura e speriamo di rendere la vita difficile ad un Napoli che è tra le squadre più in forma del campionato.

Accogliamo con piacere i tifosi del Napoli e speriamo di vivere una bella giornata di sport. Quest’anno abbiamo cambiato molto, a partire dalla guida tecnica. Abbiamo preso De Zerbi che ha qualcosa di speciale ed è il più giovane allenatore della serie A e poi abbiamo cambiato 12 giocatori.

C’è stata una rivoluzione totale e per questo non avevamo in mente un obiettivo preciso da centrare in campionato. Dico però che siamo contenti, abbiamo perso qualche punti o meglio ne meritavamo qualcuno in più, ma siamo contenti di De Zerbi che ha dato un sistema di gioco piacevole al Sassuolo. Abbiamo fatto crescere giovani e dobbiamo essere soddisfatti di quanto fatto finora.

Abbiamo sempre giocato bene in questa stagione e questa è una soddisfazione anche perché in serie A poche squadre fanno divertire, ma tra queste c’è certamente il Napoli.

Napoli su Sensi? Col Napoli abbiamo un ottimo rapporto e se dovesse esserci un interesse per Sensi o per un altro calciatore oltre alla possibilità, la volontà e le condizioni, saremo ben felici di parlare di questo interesse perché per noi è motivo di orgoglio quando una società importante come il Napoli mette gli occhi sui nostri talenti.

Non cediamo facilmente perché vogliamo migliorarci. Politano al Napoli, perché l’affare è saltato? La nostra linea è portare sempre a termine il campionato: puntiamo a iniziare e terminare la stagione tutti insieme.

Abbiamo fatto un’eccezione quest’anno per Boateng, ma la nostra linea è chiara. Mi spiace che Di Francesco sia stato esonerato anche perché è uno degli allenatori più bravi che abbiamo e il calcio italiano ha bisogno di tecnici come lui.

Peccato che ancora oggi un allenatore paghi colpe che non sono sue: spero che Di Francesco possa rientrare presto in serie A perché il nostro calcio ha la necessità di avere tecnici bravi come lui”. Conclude Carnevali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *