fbpx

Napoli a Radio Crc: dopo il ko di Empoli, si guarda subito a Genoa e d Arsenal

Napoli Champion League

Onofri: il Napoli giocherà come se il Genoa fosse l’Arsenal. La vedo molto dura. Da quel poco che ho visto, il Napoli non ha giocato come professa Ancelotti

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione in onda su Radio CRC, sono intervenuti vari giornalisti ed opinionisti per parlare della sconfitta del Napoli ad Empoli, della prossime sfide che attendono gli azzurri contro il Genoa ed Arsenal in Europa League e di altro.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net

Mariano Grimaldi: “Il goal di Diego ha spezzato gli equilibri. Sta per ricevere il passaporto italiano. Con Giuntoli non ci siamo detti nulla ”

Mariano Grimaldi, agente Farias: “Negli ultimi 4 anni ho cercato di mantenere un profilo basso perchè ero sovraesposto. Il goal di Diego ha spezzato gli equilibri e di lì in poi, l’Empoli ha messo in difficoltà il Napoli perchè è una squadra che gioca a calcio. C’è da dire che le prestazioni di Diego delle ultime settimane sono straordinarie. Per me quella contro la Juventus è ancora superiore. Il nostro rapporto va oltre il lavoro. Comunque il Napoli, ieri, non è stata bruttissima; nei primi 20 minuti il Napoli ha giocato molto bene. Diego è in attesa di ricevere il passaporto italiano. Abbiamo scelto Empoli per mettersi in gioco completamente e non in prestito; a prescindere del mercato pazzesco che abbiamo, dobbiamo continuare a lavorare così perchè con la costanza l’appeal non mancherà. La nostra Champions si chiama salvezza. Giuntoli è un amico e un ottimo professionista, non ci siamo detti nulla a fine partita”.  

Giuseppe Gazzoni Frascara: “Corsi è in ottimi rapporti con il Napoli ma non voglio entrare in polemica con nessuno”
Giuseppe Gazzoni Frascara, Pres. Onorario Bologna:“Faccio prima a non pensare. Ai miei tempi c’era sempre lo stesso presidente, Corsi. E’ un toscano verace che ha avuto buoni rapporti con il Napoli; si è sempre parlato anche dell’ex allenatore Sarri. Mi tiro fuori dalle polemiche però, se qualcuno fa dei pensieri potrebbero essere giustibicabili. Pensiamo a questa sera. Mihajlović ha girato le motivazioni giuste ai giocatori”. 

Gianluca Ciotti: “Il Coni ha eluso la domanda di Gavillucci. Gli arbitri meritano di essere considerati professionisti”
Gianluca Ciotti, avv. Gavillucci: “Dopo l’intervista di Claudio Gavillucci al Corriere dello Sport sono arrivate le motivazioni dal Coni tuttavia non sono state esaustive rispetto alla domanda da noi effettuata. Il Coni ha eluso la domanda. Tutto ciò che è stato sarà stato un bel passato e un bel presente ma la classe arbitrale deve essere riconosciuta mediante una gratifica professionale che gli permetta di scendere in campo sereno e tranquillo. Inoltre, se la graduatoria è l’unico strumento per valutare gli arbitri deve essere formata da elementi non illogici e competenti. Se in partite importanti, l’operato dell’arbitro viene contestato pubblicamente non può esserci una votazione brillante nella graduatoria professionale c’è qualcosa che non va”. 

Claudio Onofri: “Il Genoa sarà l’Arsenal per il Napoli per questo la partita sarà complicata”
Claudio Onofri, ex Genoa: “La situazione del Genoa è mutata attraverso la sconfitta di ieri sera. L’Inter si è allenata con il Genoa che ha condotto una prestazione penosa. Prandelli aveva portato una scossa e aveva dato movimento in tutti i settori. Ora, le partite seguenti sono complicate perchè c’è il Napoli e poi iln derby con la Sampdoria. In ’90 minuti puoi anche perdere con l’Inter ma in altro modo. Sono convinto che il Napoli giocherà come se il Genoa fosse l’Arsenal. La vedo molto dura. Da quel poco che ho visto, il Napoli non ha giocato come professa Ancelotti e lui, sicuramente, li metterà sotto. Cambiando i giocatori di volta in volta, Ancelotti ha dimostrato di ottenere il massimo dai suoi giocatori. Il distacco dalla Juventus è dovuto dalla visione societaria. Oggi, nel calcio moderno ricevono più soldi le società che vincono e non credo, sia giusto. Bennacer è da Napoli. L’Empoli ha sbagliato nel mandare via Andreazzoli perchè è il Sarri-Giampaolo della situazione”.  

Samuele Ciambriello: “Empoli-Napoli: senza testa, senza gambe e senza dignità”

 Samuele Ciambriello, giornalista e docente universitario:“Il flop del Napoli, forse, è dovuto ai cinque cambi fatti da Ancelotti ma è stata una scelta aziendalista o di prova? Allan non morde e non fa nulla; un trottolino amoroso da 4. Allan e Callejon mi hanno dato delle coltellate incredibili. Sono stati i peggiori. Koulibaly mi è piaciuto solo quando ha fatto il tacco. Il Napoli non vale i 18 punti in meno dalla Juventus. La sconfitta con l’Empoli è un campanello di allarme prima dell’Arsenal. Il Napoli di ieri senza testa, senza gambe e senza dignità”.

Fulvio Giuliani: “L’11 contro l’Arsenal non sarà scontato. Contro l’Empoli, i peggiori sono stati Younes, Ounas, Malcuit e Mario RuiNon sono da Napoli
Fulvio Giuliani, RTL 102.5: “Conosciamo tutte le attenuanti ma la partita di ieri è stata pessima. Alcuni giocatori come Younes, Ounas, Malcuit e Mario Rui non saranno utili alla causa inglese. L’Arsenal è una squadra forte e competitiva; Allan e Koulibaly hanno giocato male molto meglio Luperto che ha giocato una partita decorosa. Le scelte per l’11 contro l’Arsenal sono difficili; come starà Insigne? Callejon, ieri, si è preso una giornata di stop. Zieliński ha fatto molte partite splendide ma altre da invisibile. Il Napoli è una squadra con Fabián Ruiz e un’altra senza di lui. Sono cose di cui non si può non parlare”.

Umberto Chiariello: “Ancelotti e la mentalità che non c’è”
Editoradio di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC: “Napoli è la città delle esagerazioni. Mi dissocio dalle posizioni disfattiste dopo la brutta partita con l’Empoli. Il Napoli manterrà il suo secondo posto ma il problema è capire se il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto. Da un lato i punti di distacco e dall’altro il valore economico troppo elevato della Juventus. Forse la verità sta nel mezzo per contemperare le due posizioni. Il secondo posto conferma un’ottima stagione ma con l’Europa League sarebbe ancora meglio.
La sconfitta è la mentalità. Se Ancelotti, grande allenatore e vorrei rimanesse per molti anni, dice che la squadra non aveva motivazioni allora la colpa è la sua. Il peggior in campo è stato proprio Carlo Ancellotti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *