fbpx

Icardi, rottura totale con l’Inter: “Prendo lo stipendio per due anni e non mi muovo!”

Icardi

Icardi

Mauro Icardi è in rottura completa con l’Inter: dopo aver fatto rientro a Milano, senza prendere parte alla tourneè asiatica della squadra, minaccia la società.

Maurito Icardi, ieri ha fatto rientro a Milano, dal ritiro di Lugano e proseguirà il suo percorso di ricondizionamento atletico nei prossimi giorni.

L’attaccante argentino non prenderà parte alla tourneè asiatica della società con il resto della squadra, il “Summer Tour in Asia“.
Dopodiché con un messaggio laconico, ma abbastanza eloquente minaccia la società nerazzurra.

La minaccia di prendere, per i prossimi due anni (quelli che mancano alla scadenza naturale del contratto) lo stipendio a vuoto. Di non muoversi da Milano, costringendo la società a pagargli il lauto ingaggio ma senza, nei fatti, poter disporre dell’attaccante argentino.

Oggi l’Inter di Antonio Conte farà il suo esordio in campo, a Lugano contro la formazione svizzera, per dare il via alla nuova stagione anche dal punto di vista agonistico. Una formazione che sarà priva di attaccanti a causa del comportamento del puntero argentino.

Secondo La Repubblica, però, quando ha ricevuto la comunicazione Maurito s’è arrabbiato, sfogandosi con questa frase, riportata dal quotidiano: “Resto qua due anni, prendo lo stipendio e non mi muovo”.  Una frase che sottolinea come, il comune accordo probabilmente fosse fra la società e l’allenatore. Ma non con il giocatore la cui cessione ora si fa sempre più in salita.

Insomma di mezzo c’è il mercato con la conseguente scelta del club nerazzurro di vendere Icardi. Una cessione che, però, per l’Argentino non sembra essere così scontata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.