fbpx

James Rodriguez e la trattativa infinita: il punto della situazione sul colombiano

Carlo Ancelotti James Rodriguez

James Ancelotti

James Rodriguez e il Napoli: una trattativa infinita che non sembra volgere al termine. A fare il punto della situazione sulla trattativa infinita ci hanno pensato sia Carlo Alvino, protagonista a Tv Luna di una discussione amichevole con Ancelotti; sia l’esperto di mercato della RAI Ciro Venerato.

L’esperto di mercato della RAI, Ciro Venerato, ai microfoni de “La Domenica Sportiva” ha affermato che la trattativa con il Real Madrid per portare James Rodriguez all’ombra del Vesuvio è ancora viva. Il giornalista ha spiegato che la trattativa è molto lunga e complessa. Ha smentito le voci che arrivano dalla Colombia che danno per fatto il passaggio di “El Bandido” all’Atletico Madrid.

“Non arrivano conferme sulle voci che arrivano dalla Colombia di un affare già fatto tra James e l’Atletico Madrid. Il Napoli è ancora vivo. La trattativa è ancora lunga. Ma il Napoli sa che dovrà trasformare il prestito quantomeno in oneroso e garantire un diritto di riscatto ‘camuffato’, cioè quasi un obbligo di riscatto attraverso le clausole. Ancelotti ha sentito James e l’ha rassicurato che è un prestito camuffato e che il Napoli lo riscatterà”.

Dello stesso parere Carlo Alvino, che alla fine della chiacchierata con Ancelotti ai microfoni di TV Luna, così si è espresso:

“Su James vi posso dire con assoluta certezza che tutte le notizie delle ultime ore che riguardano il colombiano che arrivano dai giornali telematici sono prive di fondamento. C’è ancora buon margine per portare James al Napoli. Mi permetto di dirlo avendo parlato con Ancelotti che ho motivato anche con delle telefonate e dei messaggi per informarsi direttamente in Colombia. Non c’è una chiusura con l’Atletico. La trattativa è in piedi assolutamente e continua a filtrare che il Napoli ha il sì del giocatore che è il punto nodale di tutto. Io ero andato in ansia. Ma Ancelotti ha detto questo e lui è il protagonista principale perché se dovesse arrivare, ed io sono ancora certo, lo si dovrà ad Ancelotti perché è una sua richiesta”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.