Compleanno del Napoli, Forgione chiarisce: “È nato nell’ottobre 1922”

Compleanno del Napoli: qual è la vera data?

Mentre oggi, 1° agosto, il club e i tifosi festeggiano il compleanno del Napoli, Angelo Forgione chiarisce che la data è ben diversa

Quella del 1° agosto 1926 è una data storica e pregna di significati per tutti gli appassionati tifosi del Napoli. Infatti proprio in questo giorno è avvenuta la fondazione del club partenopeo, dunque ricade il compleanno del Napoli.

Fin dalle prime ore di questa mattina, la società di De Laurentiis ha rilasciato un tweet sulla pagina ufficiale per ricordare che oggi si celebrano: “93 anni di storia, di campioni e di momenti indimenticabili”.

Il post è stato raggiunto da numerosi commenti di auguri al Napoli, con qualcuno che ha colto l’occasione per chiedere al presidente di acquistare finalmente James Rodriguez.

Tuttavia, tra un augurio e l’altro, è giunto anche l’intervento social del giornalista Angelo Forgione, il quale ha voluto chiarire che, in realtà, quello di oggi sarebbe un “falso compleanno del Napoli”.

Lo scrittore ha esordito su Facebook dicendo che oggi la squadra partenopea “compirebbe 93 anni”, motivando il ricorso al condizionale con quella che è ben altra verità.

Infatti Forgione ha rivelato che la vera data di fondazione del club azzurro è quella dell’ottobre 1922, quando nacque l’Internazionale Naples Foot-Ball Club, il cui nome fu poi abbreviato in Internaples, e cambiato ulteriormente nell’agosto del 1926 per andare incontro alle esigenze del regime fascista che proprio in quegli anni stava attuando la Carta di Viareggio.

Dunque, non solo il giornalista ha svelato che il vero compleanno del Napoli andrebbe festeggiato ad ottobre, ma ha anche aggiunto che, in merito al cambio di nome di 93 anni fa, il giorno non sarebbe nemmeno quello del 1° agosto, ma esattamente il 25, sottolineando che la location non sarebbe affatto il ristorante D’Angelo, bensì la sede di Piazza Carità.

Angelo Forgione ha motivato questo diffuso “errore” col fatto che, solitamente, quando una “narrazione imprecisa” non viene corretta per tempo e continua ad essere affermata nel corso degli anni, alla fine diventa “ufficiale”.

Per far comprendere meglio la portata del suo ragionamento, lo scrittore ha menzionato la storia della pizza Margherita, anch’essa inficiata da una data non veritiera.

Ad ogni modo, lungi dal fare polemiche, Forgione ha comunque invitato i tifosi a fare lo stesso gli auguri al Napoli, poiché ciò che conta è che l’amore per la squadra partenopea sia sempre vivo e incondizionato.

Infine ha fatto un suggestivo accostamento tra la passione dei sostenitori azzurri e il Corsiero del Sole (simbolo millenario della città), augurandosi che essa continui a scalciare come il leggendario cavallo: “Simbolo dell’indomito e sfrenato popolo napoletano”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI