fbpx

Prandelli sicuro: “Napoli mai stato così vicino alla Juve, e Lozano si esalterà”

Cesare Prandelli vede il Napoli sempre più vicino alla Juve.

In un’intervista a Il Mattino, Cesare Prandelli punta sulla continuità del Napoli di Ancelotti e parla di Icardi

Cesare Prandelli, dopo una parentesi non proprio esaltante sulla panchina del Genoa nella seconda parte della scorsa stagione, con la salvezza strappata all’ultima giornata di Serie A, in attesa di poter essere coinvolto in un nuovo progetto, ha rilasciato un’intervista a Il Mattino.

Guardando al prossimo campionato che scatterà da sabato 24 agosto, l’allenatore bresciano si è detto certo che sarà molto più equilibrato rispetto ai precedenti, perché mai come quest’anno il Napoli risulta vicino alla Juventus, molto di più della nuova Inter di Antonio Conte.

L’ex CT della Nazionale italiana ritiene che il gap fra le due rivali del calcio italiano si sia ridotto non tanto per la scelta dei bianconeri di ingaggiare Maurizio Sarri al posto di Allegri, quanto per l’ottimo mercato portato avanti fino a questo momento dal club azzurro che ha seguito attentamente le indicazioni di Ancelotti.

Inoltre in questa stagione la squadra partenopea partirà con un grande vantaggio rispetto alle avversarie, ovvero la continuità. Infatti, con la conferma di Carlo Ancelotti, il Napoli è l’unica delle formazioni di vertice a non aver cambiato la guida tecnica, e tutto ciò influirà positivamente sul rendimento della squadra che potrà contare su una “ossatura storica” ed una mentalità da big del calcio internazionale.

In questi giorni in Italia è sbarcato Hirving Lozano, nuovo acquisto del Napoli. Secondo Prandelli non solo si tratta di un ottimo calciatore, ma grazie al gioco di Ancelotti “si esalterà”.

Subito dopo l’ex allenatore del Genoa ha elogiato Aurelio De Laurentiis che in questi anni ha sempre dimostrato di saper scegliere con cura i suoi colpi di mercato, non sbagliandone mai uno e optando per dei giocatori che, anche sotto l’aspetto caratteriale, possono ambientarsi al meglio nella squadra azzurra.

Ovviamente è stato affrontato anche il discorso relativo al “tormentone Icardi”, poiché l’attaccante dell’Inter è ormai da qualche settimana nel mirino del Napoli.

Il centravanti argentino non sembra così convinto di accettare la proposta della società partenopea, e su questo punto Prandelli ha detto che innanzitutto bisognerebbe sapere cosa gli è stato detto da parte del suo entourage, ricordando al contempo che: “Vincere a Napoli ha un valore straordinario”.

Dunque, una sorta di invito indiretto all’ex capitano interista a rivedere le sue posizioni in merito al club campano.

Infine, restando in tema Napoli, un passaggio su Lorenzo Insigne che, dopo qualche malumore, sembra essersi chiarito con Ancelotti, il quale gli avrebbe assicurato che non lo schiererà più come seconda punta.

Cesare Prandelli ritiene che l’attaccante napoletano abbia fatto bene a confrontarsi con il suo allenatore, anche perché, in vista dei prossimi campionati europei, si spera che Lorenzinho disputi una grande stagione non solo per il bene del Napoli ma anche per l’Italia, sottolineando con orgoglio che lui è stato il commissario tecnico che “giovanissimo, ha avuto il coraggio di portarlo in Nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.