Napolitudine: i simboli di Napoli; storie, leggende e tradizione

Napolitudine: i simboli di Napoli rappresentano storia e tradizione della città partenopea. Molti racconti attorno a queste rappresentazioni.

Napolitudine: Napoli, la “Bella Napoli”; La sua storia, la sua tradizione, comincia proprio dai suoi simboli.

Dalla bandiera allo stemma, tutto ciò descrive la cultura che la città  personifica.

La Bandiera

Sui due colori che ne fanno parte: l’ oro e il rosso ci sono tante leggende che spiegherebbero la scelta di queste tonalità.

Si narra che questi colori richiamano i culti pagani, il popolo essendo legato a questa religione, decise di onorarla assegnando alla propria bandiera i colori che simboleggia il culto stesso.

Un’ altra ipotesi risale al 324 d.c. quando l’ imperatore Costantino entrò in città insieme alla madre Elena; e da come sembra i colori festanti del popolo avevano queste tonalità.

Un ulteriore ipotesi è che con questi colori la popolazione festeggiava le vittorie militari durante il Ducato indipendente.

Nonostante le varie leggende, nonostante le varie influenze che la città ha subito, bisogna dire che la bandiera è stata sempre quella, simboleggiando sempre la cultura partenopea.

Anche i colori sono rimasti sempre quelli attuali, nonostante le influenze dei vari imperatori.

Naturalmente anche la stessa bandiera è stata segnata dal tempo ad esempio: durante l epoca Borbonica, venne incorporata con un blasone della famiglia reale.

Anche durante il periodo fascista ebbe dei piccoli cambiamenti, ci fu l’ aggiunta di un fascio littorio, poi successivamente eliminato con la caduta del regime.

Come ben notiamo attualmente, sopra il drappo è collocata una corona turrita, che simboleggia le torri di un castello, in onorificenza all’ impero romano.

Lo stemma del cavallo

Uno dei primi simboli della città di Napoli, fu il cavallo.

Usato anche nella monetazione del comune durante il XIII secolo. Attualmente questo stemma è l’ emblema della città metropolitana di Napoli.

Si narra che nell’ attuale piazza Sisto Riario Sforza ( di fianco a piazza Duomo) un tempo sorgeva un cavallo di bronzo, il quale divenne presto simbolo del popolo napoletano.

Il cavallo rampante sta a significare la forza e la tenacia che il popolo napoletano si impersonifica, da sempre conosciuto come popolo che dinanzi alle difficoltà ne viene sempre fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI