La Gazzetta: Serve il mea culpa per l’addio di Hamsik.

gonfialarete Hamsik

La Gazzetta: Serve il mea culpa per la partenza di Hamsik.

Il 10 dicembre, prima della gara col Genk, al San Paolo ci sarà il saluto a Marek Hamsik. La Gazzetta dello sport titola così l’addio dello slovacco: “Oggi il club azzurro sta pagando caro l’aver perso nello spogliatoio il suo leader silente.  Serve  il mea culpa”.

Lo slovacco è andato via un anno fa per sposare il progetto cinese del Dalian, oggi allenato da Benitez. La sua carriera inizia nell’agosto del 2002 quando viene acquistato dallo Slovan Bratislava, dove fa la trafila nelle giovanili sino ad arrivare in prima squadra.

Esordisce nel luglio del 2004 quando ancora non ha compiuto 17 anni. In quello stesso anno viene acquistato dal Brescia per circa 60mila euro, venendo aggregato alla Primavera.

Esordisce in Serie A col Brescia contro il Chievo, nel marzo del 2005. Quando le rondinelle retrocedono in Serie B si conquista un posto da titolare.

Nella stagione successiva 2006/2007, sempre nel campionato cadetto, realizza 10 reti in 40 partite. Nell’estate del 2007 viene acquistato dal Napoli per circa 5.5 milioni di euro. Qui si inserisce nel quadro tattico del 3-5-2 di Edy Reja, da mezzala sinistra, indossando la maglia numero 17. Il primo gol lo mette a segno a settembre nella sfida con la Sampdoria vinta per 2-0: sarà il primo di una lunga serie. La sua vena realizzativa non muta nonostante i cambi di guida tenica: da Reja a Mazzarri, con la breve parentesi Donadoni. Walter Mazzarri lo sposta in avanti, nel ruolo di trequartista al fianco di Lavezzi, alle spalle della prima punta.

Nel 2009 è autore di una splendia doppietta, nella storica rimonta da 2-0 a 2-3 in casa della Juventus. Lo slovacco firma anche il gol della vittoria che mancava in casa dei bianconeri da circa 21 anni. Nel marzo 2010 indossa per la prima volta la fascia di capitano nel match contro la Fiorentina.Alla fine della stagione 2009/2010 realizza 12 gol in 37 partite, laureandosi capocannoniere degli azzurri per la terza stagione consecutiva. Nell’annata successiva 2010/11, realizza 13 reti ma diventa vice capocannoniere alle spalle di Cavani.

Sigla la prima rete in Champions contro il Villarreal, con gli ottavi decisivi per l’eliminazione con il Chelsea. A maggio vince la Coppa Italia in finale contro la Juventus e la seconda rete porta la firma di Hamsik.
Con l’arrivo di Rafa Benitez cambia nuovamente il suo ruolo: nel 4-2-3-1 del tecnico spagnolo viene spostato centralmente sulla linea dei trequartisti. Realizza 7 reti e 9 assist. Vince la seconda coppa Italia nella finale con la Fiorentina. Nel 2014 vince la finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus.  Ilnuovo allenatore, Maurizio Sarri lo riporta sulla linea mediana nel ruolo di mezzala e arriva a quota 400 presenze con la maglia del Napoli.

Nel 2016 realizza contro il Chievo la rete numero 100 con i partenopei. Nel febbraio 2017 contro il Bologna mette a segno la prima tripletta con la maglia azzurra. Le 15 reti stagionali, record in carriera, confermano che quel ruolo è quello preferito dallo slovacco. Nel dicembre 2017 supera Maradona nella classifica marcatori del Napoli, col 116° gol realizzato contro la Sampadoria.

Nella stagione 2018/2019 con l’arrivo di Carlo Ancelotti cambia di nuovo ruolo: l’ex allenatore di Milan e Real Madrid, gli ritaglia il compito di regista. Contro il Torino raggiunge quota 506 presenze, superando Iuliano al secondo posto, ora è distante 4 gare da Bruscolotti al primo posto. Contro il Psg raggiunge quota 512 presenze con la maglia del Napoli, superando Bruscolotti e diventando ufficialmente il giocatore con più presenze nella storia del Napoli. Anche la SSC Napoli celebra il capitano con un messaggio fantastico.

Febbraio 2019 – Marek Hamsik ha ricevuto una nuova proposta dalla Cina (dopo quella estiva). Il capitano della SSC Napoli ha salutato tutti i compagni di squadra e amici a Napoli, con tanto di festa d’addio e dichiarazioni chiare e senza giochi di parole.  Ad annunciare tutto è stato prima Carlo Ancelotti, poi però il dietrofront del Napoli visto il cambio d’offerta del club cinese del Dalian. Visite mediche il giorno 8 febbraio 2019 per Marek Hamsik a Madrid per chiudere il transferimento in Cina. Il 18 febbraio 2019 Marek Hamsik diventa un nuovo giocatore del Dalian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI