fbpx

Gazzetta Sportiva – Maradona da ragazzo ha avuto i suoi idoli, uno su tutti “Bocha”. Ecco gli altri

Gazzetta Sportiva - Maradona

Gazzetta Sportiva – Maradona e i suoi idoli.

Il nostro amato Diego Armando Maradona, anima del Napoli scudettato nel 1987 e nel 1990, cultore del calcio, parla sulle colonne della GdS della sua fanciullezza quando, anche lui, guardava il calcio ammirando i suoi idoli.

Uno di questi fu Ricardo Bochini, detto il Bocha. Per lui, qualche volta Dieguito si faceva accompagnare dal padre allo stadio per vederlo giocare.

Ricardo Bochini, raccontò ala Gazzetta:“Che posso dire…Diego è stato il più grande n.10 nella storia del calcio, eppure mi ha sempre considerato il suo idolo: un onore difficile da capire. Non credo di avergli insegnato nulla, perché i geni nascono così.Ma il fatto che io fossi il punto di riferimento di Diego per me è molto speciale”.

Bocha aveva uno stile di gioco sul modello di Johan Cruijff, goleador, ispiratore, leader. Una volta alla Bombonera capitò che Bocha guardasse una partita in cui giocava il piccolo Maradona e quando Diego segnò un gol spettacolare qualcuno gridò a Ricardo “Impara, impara Bocha”.

Dopo un po’ di anni Maradona e Bochini si ritrovarono insieme in nazionale al Mondiale 1986. Voci indiscrete dissero che Bochini era lì perchè voluto da da Diego più che da Bilardo. Disputò solo 4 minuti alla fine della semifinale con il Belgio, risolta da una doppietta del Pibe. Sostituì Burruchaga all’86. Diego gli si avvicinò dicendogli:”Bienvenido Maestro: lo estabamos esperando”, (la stavamo aspettando).

Diego ha continuato a raccontare la sua esperienza nel calcio ricordando altri campioni che lui ha tanto ammirato: Rivelino, il grande mancino della nazionale brasiliana vincitrice della Coppa Rimet nel 1970 in Messico, squadra in cui giocava un altro Dio del calcio: Pele’. Rivelino è stato esterno sinistro del Corinthians e della Fluminense, giocatore di enorme talento, ma sopratutto specialista dei calci piazzati. Inoltre gli argentini Beto  Alonso, ex River Plate, Marsiglia e Velez, nella Selecion del’78; come Passarella, ex di Fiorentina e Inter, 7 titoli col River, uno dei migliori difensori di sempre; Angel Clemente Rojas goleador del Boca Anni 60 e Oscar Pianetti, 4 titoli con gli Xeneizes nello stesso periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.