fbpx

Serie A, Spadafora spinge per le partite in chiaro

La Gazzetta dello Sport - il calcio

Spadafora spinge per le partite in chiaro

Spadafora spinge per le partite in chiaro. Il tema delle partite in chiaro continua a essere attuale nei pensieri del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, che ieri ha incontrato i vertici di Sky in un colloquio definito “positivo e di massima collaborazione”. Dopo aver avviato dialoghi anche con Dazn oltreché con Rai e Mediaset, il ministro dello Sport punta a trasmettere una partita su Tv8, il canale in chiaro di Sky, e ad accorciare i tempi dell’embargo degli highlight su Rai e Mediaset, per una sorta di «90° minuto» in prima serata. Se sarà necessario Spadafora è pronto anche a modificare o sospendere la Legge Melandri. Lo riporta il Corriere della Sera.

L’dea

L’operazione non sarebbe particolarmente invasiva. Sky potrebbe trasmettere due-tre partite per le prime due giornate in chiaro su Tv8. C’è anche un’ipotesi diretta gol, ma con il calendario molto spalmato (tre o due orari per sei giorni su sette alla settimana!) l’appeal della proposta sarebbe molto limitata a differenza di quanto accaduto in Germania con un calendario più compatto. Meglio allora puntare su alcune gare. Su questo c’è la disponibilità di Sky, mentre è stato effettuato un primo sondaggio anche con Dazn.

Manca il decreto

Tutto a posto allora? Aspettate. La Lega di A per ora non è entrata direttamente nelle interlocuzioni. La vicenda è piuttosto delicata anche perché fra i club di A e i broadcaster titolari dei diritti è ancora in corso la battaglia dell’ultima rata, fra ingiunzioni di pagamento e richieste di sconti. Ma Spadafora è attentissimo a precisare il contesto emergenziale e straordinario dell’iniziativa: un atto di sensibilità verso il pubblico che non danneggi nessuno. E che non eserciti nessun tipo di effetto collaterale sullo scontro di oggi e sul bando (per i diritti 2021-2024) di domani. Proprio per questo, il ministro vorrebbe evitare un decreto che possa rappresentare l’«ombrello» normativo per superare i vincoli della legge Melandri sui diritti tv.

Via libera alla ripartenza

Intanto la ripartenza in chiaro, quella di Coppa Italia sulla Rai, riceverà oggi il via libera formale dal DPCM che il premier Giuseppe Conte si appresta a presentare anticipando la fine del divieto di eventi sportivi ora in vigore. Poi, dopo le semifinali, potrebbe arrivare l’annuncio Spadafora-Dal Pino anche per dare una spinta in chiaro all’inizio del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *