fbpx

CDS – CR7 lascia il campo dopo un gol non convalidato nel finale di Serbia Portogallo. La palla aveva superato la linea di porta

Paolo Ziliani Twitter Polemica espulsione Cristiano Ronaldo

CR7 lascia il campo dopo un gol non convalidato nel finale di Serbia Portogallo. La palla aveva superato la linea di porta

CR7 lascia il campo dopo un gol non convalidato nel finale di Serbia Portogallo. La palla aveva superato la linea di porta

Succede di tutto nei minuti finali di Serbia – Portogallo, partita valevole per le qualificazioni ai mondiali del Qatar in programma per il 2022.

Il risultato era sul 2-2 quando Cristiano Ronaldo, imbeccato da un compagno con un perfetto lancio, colpisce la palla al volo da posizione defilata. Nulla può il portiere in uscita: la palla si avvia lentamente verso la porta.

Arriva in corsa il serbo Mitrovic, che in scivolata respinge la palla calciata dal fuoriclasse portoghese. Ma è troppo tardi, la sfera ha già varcato di svariati centimetri la linea (circostanza visibile per la verità anche ad occhio nudo).

L’unico a non accorgersene è l’arbitro Danny Makkelie: clamorosamente, il gol non viene assegnato.

A quel punto CR7 viene ammonito per i plateali gesti di protesta. Il numero 7, incredulo, abbandona il campo prima del fischio finale gettando a terra la fascia di capitano.

Lusitani infuriati, così come incandescenti sono le parole utilizzate dalla stampa portoghese. E’ evidente che la mancanza del VAR si è fatta sentire: la fase delle qualificazioni ai mondiali non prevede l’utilizzo dello strumento.

Queste le parole del commissario tecnico lusitano Fernando Santos riportate dal Corriere dello Sport:

Non c’è spiegazione, non si trova, perché eravamo preparati per quello che avrebbe fatto la Serbia. Abbiamo reagito bene dopo il 2-2, abbiamo controllato la partita e la Serbia non aveva più possibilità. Poi abbiamo segnato un gol: la palla era più di mezzo metro dentro. Questo non cancella che avremmo potuto fare meglio ma in una partita di questo livello, un episodio del genere non è possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + tredici =