fbpx

Raffaele Auriemma: “Oggi c’è gente che non può fare la spesa”

Raffaele Auriemma

Raffaele Auriemma: “Basta beghe tra politici, oggi c’è gente che non può fare la spesa”

La crisi determinata dal contagio da Coronavirus è sempre più presente nella vita di tutti noi e sta determinando situazioni di grande disagio tra la gente.

Attività economiche penalizzate

Le attività economiche sono quelle maggiormente penalizzate, considerato che con il lockdown e le conseguenti chiusure degli esercizi commerciali, è come se la vita si fosse inevitabilmente fermata.

Quantomeno in Italia le situazioni legate ai ristori da parte dello Stato agli aventi diritto, sono di difficile soluzione con tempi biblici di attesa.

La gente purtroppo non sa cosa fare, come superare ostacoli di questo tipo limitativi della vita del paese così come lo furono soltanto la cosiddetta “influenza spagnola”, negli anni dal 1918 al 1920, oppure la prima e la seconda guerra mondiale.

C’è disagio nelle famiglie per l’emergenza economica

Ha sentito il bisogno di parlare delle problematiche delle famiglie il giornalista Raffaele Auriemma, che ha colto il disagio per l’emergenza economica per quanto sta accadendo in questo periodo.

Il noto giornalista napoletano, attraverso i microfoni di Radio Marte, ha per un attimo svestito i panni del giornalista sportivo per esprimere alcune sue considerazioni su ciò che sta succedendo, alla luce della grave crisi di cui siamo in balìa noi tutti.

Questa sua analisi, dopo aver visto alcuni filmati che circolano in rete sulle famiglie in difficoltà.

Raffaele Auriemma: “Basta beghe tra politici, oggi c’è gente che non può fare la spesa”

Le parole di Auriemma

Ecco le sue parole: “Ho visto alcuni video che mi hanno fatto accapponare la pelle. C’è gente che fa la spesa ed alla casa dice di non avere soldi. Sono costretti a stare a casa e lo stanno facendo anche con rispetto e grande dignità. Ditemi, come si possono evitare queste scene?”.

“C’è il rischio che questi video possano diventare sempre più frequenti. I Governi hanno sempre curato i loro interessi e non quelli dei cittadini. Deve esserci una risposta e non i teatrini dei decreti, bisogna vedere i fatti, non le risposte e le beghe tra i politici in Tv”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + 16 =