fbpx

Grazia Severino, violentata e uccisa o tragico suicidio?

Grazia severino violentata suicidio

Grazia Severino ( profilo Facebook)

Grazia Severino Violentata e uccisa o ipotesi suicidio? Ancora ombre sulla morte della ragazza di Pompei

È ancora tutta da verificare la dinamica della morte di Grazia Severino, la prima ricostruzione direbbe “violentata e uccisa” ma avanza anche l’ipotesi del suicidio.
Le indagini sulla giovane di Pompei sono in pieno svolgimento e per ora non escludono alcuna pista. Sul caso sta indagando la polizia di Pompei, mentre la Procura di Torre Annunziata ha aperto un fascicolo. Sul corpo di Grazia Severino, 24 anni, studentessa universitaria di Pompei deceduta per gravi ferite d’arma da taglio all’addome,  sono state trovate tracce riconducibili a una aggressione di tipo sessuale. La giovane, soccorsa nell’area box auto di un condominio di via Carlo Alberto, prima traversa, abitava poco lontano. (Fonte ANSA)

La prima ricostruzione e i segni di una possibile violenza sessuale

La borsetta della ragazza è stata ritrovata al quarto piano. A chiamare aiuto e’ stato un residente nello stabile, che ha visto la ragazza sul selciato in fin di vita. I soccorsi, giunti tempestivamente, sono stati purtroppo vani, Grazia e’ deceduta poco dopo l’arrivo nell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Per gli inquirenti è probabile che Grazia, in preda alla disperazione, si sia lanciata nel vuoto. Sul motivo della caduta e su ciò’ che possa essere accaduto prima, sulle profonde ferite all’addome (che potrebbero essere state inferte con un paio di forbici) e sui segni di abusi sessuali restano aperte tutte le ipotesi. La giovane donna non viveva in quello stabile, distante meno di 400 metri dalla famosissima basilica-santuario della Madonna del Rosario, ma in via Plinio ai confini tra Pompei e Torre Annunziata. Le indagini sono coordinate dal, PM Antonio Barba.

Ipotesi suicidio

Un’altra ipotesi che ha preso quota in serata è quella del suicidio. Grazia si sarebbe lanciata spontaneamente dal quarto piano dell’edificio, forse dopo essersi inflitta da sola dei tagli probabilmente con le forbici. Ma a complicare il quadro restano i segni riscontrati dai sanitari dell’ospedale stabiese compatibili con una violenza sessuale. Nelle prossime ore gli investigatori faranno maggiore chiarezza sulla dinamica del decesso anche con l’aiuto dell’esame autoptico. I carabinieri stanno infatti ascoltando familiari e amici per ricostruire le ultime ore di vita di Grazia. Sarà fondamentale capire perche’ si fosse recata in quel palazzo, quale fosse il suo stato d’animo e le sue intenzioni.

Grazia Severino oggi avrebbe compiuto 24 anni . Una tragica morte che ruba una vita nel pieno della sua giovinezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + quattro =