fbpx

Coppa Italia, debacle Napoli: per il Mattino c’è un grande colpevole

Luciano Spalletti aziendalista

La debacle del Napoli ha un solo colpevole: Luciano Spalletti. Il Mattino attacca il tecnico partenopeo reo di aver mandato in campo una squadra spenta.

Coppa Italia, debacle Napoli: per il Mattino c’è un grande colpevole.

Il Napoli, con la sconfitta contro la Fiorentina nel gelido pomeriggio del “Diego Armando Maradona”, abbandona dopo una sola gara uno dei tre obiettivi stagionali.

Dopo il mezzo miracolo di riacciuffare la gara al 95esimo sotto di un uomo (9 contro 10, ndr), il Napoli  è naufragato nei tempi supplementari subendo ben tre reti dalla Viola più pimpante fisicamente rispetto agli azzurri ancora in emergenza.

Da ben 14 anni gli azzurri non subivano un pokerissimo in casa e non abbandonavano la Coppa Nazionale dalla stagione 2012/2013, in quell’ occasione il Napoli di Mazzarri , Hamsik e Cavani fu eliminato dal Bologna sempre a Fuorigrotta. Per la cronaca, in quella stagione, comunque gli azzurri finirono il campionato secondi (dietro la Juve, ndr) ritornando in Champions.

Spalletti, amareggiato in conferenza stampa, pensa già alla gara di campionato contro il Bologna. L’ edizione odierna de “il Mattino”, però, indica proprio il tecnico come maggior responsabile del tonfo di ieri.

Spalletti, pessimo voto in pagella dopo la sconfitta negli ottavi di Coppa Italia.

Il quotidiano napoletano, nelle consuete pagelle, non è affatto tenero nei confronti dell’ allenatore toscano, indicato come maggior responsabile della sconfitta di ieri.

Questo il commento:

Stavolta non gli riesce niente. Il Napoli è spento, fatica a trovare idee a centrocampo e soprattutto fatica a rendersi pericoloso […]. I cambi non cambiano perchè l’inerzia del match non cambia di una virgola. Provano a salvarlo una magia del solito Mertens e un colpo di coda di Petagna, ma non basta. Il primo obiettivo stagionale è accantonato dopo una sola partita.