fbpx

Champions, prima volta degli azzurri in Scozia: tra il lutto per la morte della Regina e la voglia di continuare a sognare

Napoli

Rangers-Napoli, seconda giornata di Champions: azzurri che vogliono continuare a sognare anche in Scozia dove troveranno un clima infuocato e senza supporter a seguito…

Champions, prima volta degli azzurri in Scozia: tra il lutto per la morte della Regina e la voglia di continuare a sognare.

Pronti, via. Il Napoli, che già ieri, ha saggiato il terreno di gioco dell’ affascinate Ibrox Stadium, stasera lo ricalcherà di nuovo per sfidare, occhi negli occhi gli scozzesi dei Glasgow Rangers di Giovanni Van Bronckhorst, ex ruvido mediano di Barcellona e nazionale Orange.

Partita importante (soprattutto per i padroni di casa) tra il lutto nazionale per la scomparsa della Regina Elisabetta e la voglia (e necessità) di portare un risultato positivo a casa per gli scozzesi che hanno iniziato male la loro Champions League dopo ben 12 anni di assenza, perdendo malamente mercoledì scorso ad Amsterdam contro l’Ajax (4-0, ndr). A proposito dei Lancieri, ieri hanno dovuto arrendersi ad un minuto dalla fine ad Anfield contro un Liverpool evidentemente ancora sotto shock dalla “violenza” subita proprio a Napoli.

Azzurri, invece, sono in Scozia supportati da un vento d’entusiasmo anche se dovranno fare a meno dell’ apporto dei propri tifosi che, per “strane” disposizioni della UEFA, sono stati bloccati praticamente al Gate e non potranno partecipare alla gara europea.

Rangers-Napoli, l’ora della verità.

“Le Guardie di Glasgow” arrivano da due sconfitte consecutive. Infatti oltre a quella di Amsterdam hanno dovuto arrendersi anche nel derby contro il Celtic. Il tecnico Van Bronckhorst crede nei suoi e nella classica  conferenza stampa pre gara ha caricato l’ambiente e lanciato il guanto di sfida al collega Spalletti che, dal canto suo, vuole un Napoli padrone del gioco e con nervi saldi per fronteggiare il caldo ambiente dell’ Ibrox.

Una prima volta per entrambe le squadre che acquisisce già tanti significati con gli ospiti che vogliono continuare ad affascinare l’Italia e l’Europa con il proprio calcio e preparare (anche se con un giorno in meno, ndr) con entusiasmo la super sfida di domenica a San Siro contro il Milan, primo vero bivio Scudetto. E scusate se siamo ancora a metà settembre…