fbpx

Napoli Udinese …fuga per la vittoria

Napoli Udinese

Napoli Udinese …fuga per la vittoria.

Napoli in campo contro l’Udinese per la 15esima di campionato, ultima gara prima della sosta per Qatar 22, il mondiale atipico.

Gli azzurri sono chiamati ad incrementare il vantaggio dalle inseguitrici e, anche se non è questo il periodo, l’Udinese sembra essere l’agnello Pasquale

sacrificato sull’altare dei grandi obiettivi della squadra di mister Luciano Spalletti.

Primo tempo Napoli Udinese 2-0

La gara contro i friulani è cominciata in positivo per i colori azzurri con il vantaggio di Osimhen al 15esimo di testa su assist di Elmas dalla sinistra.

L’Udinese lamenta un infortunio a Deulofeu che lascia il campo al 23esimo e, successivamente,  l’immediato raddoppio di Zielinski  su azione d’attacco

di Osimhen, stravolge i piani difensivi di mister Sottil, tecnico bianconero.

La partita è di grande intensità emotiva, con il pubblico sugli spalti che condivide ogni azione dei propri beniamini con ovazioni e sussulti da brividi,

proprio come si riteneva giusto che al Maradona accadesse.

Le formazioni in campo operano in funzione degli schemi voluti da Spalletti, il 4-2-3-1 e da Sottil, che propone il 3-5-2, con il vano lavoro dei centrali friulani,

considerato che il primo tempo si chiude sul 2 a 0 per il Napoli.

In attesa del secondo tempo i numeri ci riportano un Napoli in grande forma con 11 punti di vantaggio in classifica sul Milan, e con il permesso dell’Udinese,

11 vittorie consecutive in campionato.

Il Napoli come il vino…quest’anno sarà una grande annata!

Risultato finale Napoli Udinese 3-2

Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo con il Napoli intento ad imporre il proprio gioco, poi la girandola delle sostituzioni e un rilassamento

fisiologico della squadra, hanno probabilmente inciso, nell’ultimo quarto d’ora, alla rimonta friulana con due reti siglate su errori del centrocampo

e della difesa napoletana.

Attimi di terrore soltanto per i 50mila del Maradona, ma non per Spalletti e i suoi ragazzi che hanno trainato con acume tattico la gara fino al 90esimo,

imponendo il 3 a 2 ai bianconeri del Friuli.

Napoli Udinese

In conferenza stampa Spalletti ha ribadito la circostanza del rilassamento della squadra nel quarto d’ora finale e ha raffreddato ad arte una domanda,

rispondendo che mancano 69 punti alla fine e che rappresentano, dunque, una…Marea!

Ora si ferma tutto, in attesa che prenda il via il campionato mondiale in Qatar per poi ricominciare il 4 gennaio con la trasferta a Milano contro l’Inter.

Il Napoli comunque stabilirà il programma per gli allenamenti e le date, nonché le squadre da affrontare in amichevole tra novembre e dicembre.