fbpx

Bobo Tv, Adani: “il segreto del Napoli sono i due terzini!”

Bobo Tv

Bobo Tv, Adani: “il segreto del Napoli sono i due terzini!”

Daniele Adani parla della stagione del Napoli e lo fa dalla Bobo Tv: “C’è stata solo una squadra in campo. Nel calcio moderno il ruolo più cambiato è quello del terzino, fa smarcamenti, palleggio, rompe la linea accompagnando su altre linee, per me la rappresentazione migliore del senso di evoluzione sono i due terzini, Mario Rui e Di Lorenzo. Per qualità e scelte del gioco.

In tutte le manovre offensive entrano i due terzini, o palleggiano e viene fuori l’azione, o addirittura fanno assist e gol. Mario Rui è il giocatore in Italia che ha fatto più assist come difensore, non ce n’è un altro, lui non li fa solo crossando ma giocando. I terzini del Napoli fanno la differenza”.

Chi scrive è d’accordo con quanto affermato da Lele Adani, ma è anche vero che il Napoli targato Spalletti, deve le proprie attuali fortune proprio al tecnico toscano che ha portato in squadra alcune strategie capaci di generare un calcio brillante e bello da vedersi: le famose quattro tipicità del Napoli di Spalletti: pressione, possesso palla, verticalità e fisicità.

Gli azzurri hanno il miglior possesso palla. Costruiscono dal basso e procedono il più possibile per linee verticali.

Poi la fisicità dei singoli è un qualcosa da ammirare: Kim, Anguissa e Osimhen formano una catena impalpabile. Il Napoli è stato costruito con criterio dalla volontà di De Laurentiis che ha creduto nei giovani e in alcuni vincoli societari importanti, tali da poter essere esportati anche nelle altre squadre.

E prima o poi succederà per il bene del calcio.

Il Napoli è una grande sorpresa. E’ la meraviglia del calcio europeo, non solo italiano. L’ho visto giocare e a mio parere, ad oggi, qualsiasi squadra di vertice in Europa faticherebbe a vincere contro il Napoli. Spalletti ha fatto un grande lavoro”.

L’ex portiere di Inter, Verona, Parma, Fiorentina, Genoa e della nazionale francese Sebastian Frey, alla Gazzetta dello Sport, ha parlato anche della crescita di Victor Osimhen: “Osimhen lo conosciamo, ha giocato in Francia per anni. E’ diventato un giocatore completo, maturo, straordinario”.

L’attaccante nigeriano è l’attuale capocannoniere della Serie A con 13 gol siglati.

Il bomber ex Lille è diventato il fondamentale terminale offensivo della squadra di Spalletti.