fbpx

Empoli Napoli 0-2, le pagelle. Lobotka e Anguissa dominanti, Osimhen ancora in gol: il nigeriano raggiunge quota diciannove in Serie A

Napoli Eintracht

Osimhen, Fonte: Social SSCNAPOLI

Empoli Napoli 0-2, le pagelle

Empoli e Napoli (0-2 il finale) sono scese in campo al Castellani per la ventiquattresima giornata di Serie A. Il match si è concluso con il risultato di 2-0 in favore degli ospiti.

Dopo la convincente vittoria esterna ottenuta al Deutsche Bank Park contro Eintracht per l’andata degli ottavi di Champions, gli azzurri di Spalletti conquistano la ventunesima vittoria in campionato.

Le pagelle:

Meret 6 – Nessun intervento di rilievo.

Di Lorenzo 6,5 – Un terzino che occupa costantemente e con qualità la trequarti avversaria è la misura del Napoli di Spalletti.

Rrahmani 6,5 – La concentrazione dei compagni di squadra è ossigeno puro per il duo difensivo. Imposta in modo sempre più sicuro. Provvidenziale ad inizio ripresa su Piccoli.

Kim 6,5 – La traversa gli nega il gol che avrebbe chiuso anzitempo il match. Dopo aver murato un tiro avversario, si alza anche al Castellani l’ormai celebre urlo “Kim, Kim, Kim”.

Mario Rui 6 – Tocca una miriade di palloni. La maggior parte dei quali, gestiti nella metà campo toscana e con la tranquillità di un regista. Si fa espellere per un ingenuo fallo di reazione.

Anguissa 7 – L’utilizzo del corpo da parte del 99 è da manuale. Qualche errore durante il primo tempo rappresentano quasi un sollievo, rendendolo umano.

(Gaetano s.v.)

Lobotka 7 – Illumina il gioco, sporca le giocate avversarie e pulisce quelle dei compagni. Esageriamo? Probabilmente si, ma come risponderebbe un fanciullo “ha iniziato prima lui”.

Zielinski 6,5 – L’autogol nasce da una sua palla, messa intelligentemente dentro con potenza a sfruttare un delizioso servizio di Kvara.

(Ndombele s.v.)

Lozano 6,5 – Partita ricca di spunti in velocità. Le prestazioni convincenti del messicano cominciano a rappresentare la normalità. Sfiora il gol. Becca un giallo dopo aver subito due falli.

(Olivera 6 – Nemmeno con lui si soffre)

Osimhen 7 – Oltre alle decine di scatti in profondità, quest’anno attende i palloni vaganti in area come un predatore resta in attesa di un passo falso della sua preda. Ottava partita consecutiva in gol.

(Simeone s.v.)

Kvaratskhelia 6,5 – In occasione del vantaggio, vede la giocata per Zielinski. Propizia il secondo gol. La (quasi clamorosa) novità è che non entra nel tabellino.

(Elmas 6,5 – Freschezza, vivacità e lucidità)

All. Spalletti 7 – La sua squadra padroneggia il gioco, decidendone i ritmi, con una facilità disarmante. Finalmente il termine “mentalità” può essere utilizzato con cognizione di causa.