fbpx

Union Berlino-Napoli, basta la fiammata di Raspadori e la magia di Kvara tra scivolatan, camomilla e il Milan nel mirino – Le Pillole della Champions del Napoli

Union Berlino-Napoli sancisce la vittoria degli azzurri di misura, spugnando lo storico Olympiastadion con la bellissima azione sull’asse Kvaratskhelia-Raspadori e dando una bella sterzata al gironcino C di Champions

Union Berlino-Napoli sancisce un risultato che sorride fortemente ai partenopei nonostante una prestazione al di sotto delle aspettative rispetto ai passi in avanti visti con il Verona. Basta la splendida rete di Raspadori su assist al bacio di Kvaratskhelia, con il numero 81 azzurro che si conferma re di Coppe e in un magic moment. Il bicchiere va comunque guardato mezzo pieno tra ritmi camomillici, un Natan on fire e il Milan già nel mirino. Tutti i dettagli nelle Pillole della Champions del Napoli!

La cura presidenziale

L’avvicinamento di Union Berlino-Napoli ha confermato una grande novità in casa azzurra: non solo una vittoria più convincente ai danni del Verona ma il solito attento osservatore a bordo campo a Castel Volturno. E’ il presidentissimo De Laurentiis che non si perde un allenamento, una conferenza stampa, una domanda dei giornalisti, una trasferta, uno sguardo, una decisione. Lì, vestito di nero, casual e con gli immancabili occhiali da sole, scruta ogni movimento e si lascia andare a qualche sorriso con i suoi ragazzi. Con Garcia mmm, non troppi. Ma se la cura presidenziale fa questo effetto almeno sui risultati, direi che va proprio più che bene, continuiamo così almeno fino a domenica.

Ritmi camomillici

Sarà l’autunno, sarà la pioggia, sarà lo spento martedì eppure la partita dell’Olympiastadion è proprio noiosetta. Più che pillole della Champions sembra una dose tripla di camomilla. Niente da fare, il Napoli è brillante a intermittenza e l‘Union corre come se non ci fosse un domani. Rrahmani non riesce a contenere Becker, Cajuste decide che due gare perfette di seguito sono troppe e questa la stecca, Trimmel dispensa cross come se piovesse e Ronnon è quasi spettatore non pagante. Servono 20 metri per ritrovare il vecchio Napoli ma sembra che dopo tutto vada bene così fin quando si fa risultato (LE PAGELLE). Gli unici a divertirsi sono i tifosi di casa che saltano, sventolano, ballano e si tengono svegli. Furbi. 

Il foglietto di Garcia

Il risultato non si sblocca e, miracolosamente, dopo il solito botta e risposta a centrocampo, il Napoli conquista un’interessante punizione al 58′. Sulla battuta Zielu e Mario Rui e Garcia mostra loro un foglietto con uno schema. Che ovviamente non funziona. In realtà sopra c’era scritto: “Iamm bell e vott a frnì”. Per fortuna l’hanno ascoltato perchè poco dopo, tra cambi, rimpalli, folate e tanto tanto talento, sull’asse Kvara-Raspa succede un gran bel miracolo e il risultato cambia inesorabilmente (LE PAROLE DI POLITANO). Alleluja.

Re di Coppe

E’ il 65′ di Union Berlino-Napoli quando sul ledwall il risultato finalmente cambia. Kvara accelera e dopo un’azione tambureggiante tra rimpalli e grandissimo talento, innesca sulla sinistra Raspadori che infila Ronnon tra corpo e palo. Un gol eccezionale che lo conferma Re di Coppe con 9 presenze in Champions e ben cinque reti. Un momento davvero magico per il golden boy partenopeo che tra club e Nazionale sta raccogliendo tantissime soddisfazioni. Soprattutto quando non gioca fuori ruolo e riesce a esprimersi al meglio. Il gioco sta tutto lì, eh.

Scivolatan

Mentre Garcia getta nella mischia Ostigard per tenere duro negli ultimi minuti di gioco e il Napoli non si avvicina più concretamente alla porta avversaria, succedono cose strane. Natan-scivolatan è sempre più on fire e dopo l’ennesimo anticipo prende in prestito l’urletto di Kimmiana memoria e ruggisce in faccia all‘Olympiastadion. Mito. Ma colui che merita l’applauso più grande nel finale è sicuramente il Cholito Simeone che entrato al 70′ si veste da centrocampista di rottura e ruba tutti i palloni indirizzati agli avanti tedeschi. E così, tra un rimprovero di Garcia e la crisi sempre più profonda del Berlino, il Napoli è secondo nel gironcino e fa un po’ di vuoto dietro a sè mettendo già il Milan nel mirino. Intanto alla prossima con le Pillole della Champions del Napoli!

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA