fbpx

Focus azzurro-Union Berlino:Napoli-Il Napoli si rilancia

Focus azzurro-Union Berlino:Napoli-Il Napoli si rilancia-La consueta rubrica del giorno dopo

Il Napoli si rilancia-La banda Garcia vince una scialba partita contro l’Union Berlino e si assesta saldamente al secondo posto del proprio girone eliminatorio in Champions. Il Napoli ha giocato un brutto primo tempo per poi risvegliarsi nella ripresa, grazie soprattutto al talento di Kvara  e alla velocità sotto rete di Raspa e Vinci. Infatti Raspadori è stato lestissimo a concretizzare in rete uno splendido assist dello scatenato Kvara, che si era bevuto mezza difesa tedesca. Comunque alla fine della fiera come tutti sapevamo, ci servivano i tre punti per rialzare la testa e siamo riusciti ad acciuffarli. Addentriamoci ora nei meandri della partita azzurra. Positiva la gara di Meret che si mette a guardia della propria porta, sventando anche un paio di incursioni pericolose delle punte tedesche.

Discreta la partita degli esterni bassi Di Lorenzo e Mario Rui.

Il Capitano continua a sembrare leggermente appannato e quindi non regala la solita spinta propulsiva alla squadra, però si batte come un leone nel comparto difensivo, dimostrando di essere sempre utile alla causa azzurra. Diligente ed esperto Mario Rui che nelle partite importanti riesce sempre a fornire il suo ottimo contributo, collabora spesso con Kvara sulla corsia di sinistra in fase di rilancio dell’azione partenopea. Tonica e reattiva la coppia centrale difensiva composta da Rrahmani e Natan. Il primo si erge subito a custode del fortino azzurro, fa a sportellate con chiunque gli passi vicino ed è predominante in fase aerea. Continuo a ripetere che in questo Napoli la sua presenza è indispensabile! Ineccepibile Natan a mio avviso il miglior giocatore azzurro in campo, presidia costantemente la sua zona d’appartenenza, ed è furioso nel recupero sugli attaccanti avversari. Fino a qualche settimana fa si parlava di lui con diffidenza, ora siamo sicuri di aver acquistato un buonissimo difensore, che può dare un enorme mano alla combriccola Garcia.

Il Napoli si rilancia-Appena sufficiente la prova del centrocampo napoletano.

Onestamente negativa la partita del giovane Cajuste corre ciondolante sulla mediana, senza mai incidere molto sulla gara. Il centrocampista non riesce a bissare la sfolgorante prova di Verona! Sottotono il mago Lobotka che forse risente troppo della fisicità avversaria, continuo ad asserire che andrebbe fatto giocare 20 metri più avanti. Raffinato come da suo corredo genetico il polacco Zielinski, si produce in alcune specialità della casa quali i suoi famosi strappi e ricami, finendo la partita in debito d’ossigeno. Ficcante e propositiva la prova della linea avanzata. Non esaltante la partita di Politano che si muove molto tra le linee, ma non è impattante come suo solito. Comunque a uno come lui non si può assolutamente rinunciare! Decisivo Raspadori che è molto bravo a dialogare con i compagni avanzati, diventando fondamentale per la formazione azzurra, quando riesce a concludere in rete l’assist al bacio donatogli del genio Kvara. Non è sicuramente un centravanti di ruolo ma sa giocare francamente bene a calcio.

Il Napoli si rilancia-Fenomenale Kvara autentico e unico artista pedatorio in campo, riesce a puntare e a saltare gli avversari, con la consapevolezza assoluta del grande campione.

Quando ha voglia di giocare le luci si accendono e diventa immediatamente, il protagonista assoluto della rappresentazione calcistica in atto! Non rilevante il contributo tecnico dei subentrati. Concludendo il Napoli vince una partita fondamentale e si propone di diritto, come seconda forza dietro al Real Madrid nel proprio girone eliminatorio. A questo punto basterà vincere le prossime partite in casa per poter accedere alla fase successiva della Champions. Quindi in definitiva continua il momento d’oro della comitiva Garcia. Adesso dopo Verona e Berlino sarebbe magnifico concludere la settimana con una vittoria in campionato domenica contro il Milan di Mister Pioli, che ci rilancerebbe decisamente in chiave scudetto. Sognare non costa nulla…