fbpx

Napoli, 4-2-3-1 perchè l’Arsenal in difesa è penetrabile. Si vince di gruppo: parole e pensieri a Radio Crc

Ancelotti cds

Irma D’Alessandro: Napoli, l’Arsenal come tutte le squadre inglesi si è organizzata e non è più così debole in trasferta, tanto da incassare 3 gol e non segnarne alcuno

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete”’, sono intervenuti opinionisti e giornalisti per parlare di NapoliArsenal e di altro.

Questi i loro interventi riportati da casanapoli.net:

Alfredo Pedullà, giornalista: “Il 4-2-3-1 mi piace perchè l’Arsenal in difesa è penetrabile. Alla vigilia di partite così importanti, gli allenatori dicono sempre che ci vuole pazienza, ma il Napoli davanti al suo pubblico di certo avrà più coraggio.

Ieri abbiamo capito ancora una volta che al di là dei nomi, conta ciò che l’allenatore trasmette alla squadra e il problema del Napoli non sta nei singoli, ma nell’identità: serve giocare con spensieratezza.

La Juve ieri ha avuto una lezione di calcio sul campo e nell’anno del più grande investimento pensava potesse darle lei lezioni di calcio in Europa. L’allenatore dell’Ajax non credo sia molto più bravo dei nostri italiani, ma dobbiamo affinare la nostra mentalità. Non sarebbe cambiato nulla con Chiellini e Mandzukic in campo. Correa? Non mi risulta l’interesse del Napoli anche perchè alla Lazio sta bene e il club vuole tenerlo. Non ci sono novità neppure su Lozano: da fine aprile a metà maggio inizierà a muoversi qualcosa in chiave mercato”.

Irma D’Alessandro, giornalista: “L’Arsenal come tutte le squadre inglesi si è organizzata e non è più così debole in trasferta, tanto da incassare 3 gol e non segnarne alcuno.

L’Arsenal di Emey si è evoluta tatticamente rispetto a quella di Wenger perchè non gioca solo un calcio brillante, ma porta a casa anche i risultati. Emery sa mettere la squadra in campo, sa muoversi in Europa League ed essendo uno spagnolo, sa anche come si parcheggia l’autobus.

Non credo che si chiuderà totalmente a Napoli e per questo fondamentale per gli azzurri sarà segnare subito per mettere paura e pressione agli inglesi.Ho analizzato bene la gara dell’Arsenal col Watford, ma la vittoria non è indicativa perchè ha vinto con una papera del portiere avversario”.

Paolo De Paola, giornalista: “La Juventus vista contro l’Atletico ha fatto impazzire tutte le squadre coinvolte in Champions. Si è sempre detto che nel calcio i giocatori di qualità fanno la differenza, ma l’Ajax ha dimostrato invece che è vero il contrario di ciò che dicono tutti gli esperti di calcio.

L’Ajax con un gruppo di giocatori semisconosciuti e con un allenatore che non ha mai vinto nulla, ha dimostrato che si possono fare sfracelli anche in casa de Real Madrid o della Juventus.

Credo nell’impresa del Napoli contro l’Arsenal e il secondo tempo dell’Emrates mi dà questa convinzione. L’Arsenal se aggredita va in difficoltà e poi la difesa non è così forte. Il 2-0 non è un risultato definitivo perchè segnando un gol per tempo, si può recuperare”.

Gennaro Iezzo, ex portiere del Napoli : “Giocare una partita del genere al San Paolo è il sogno di tutti. Partite come quella con l’Arsenal si vincono di gruppo, poi Ancelotti penserà all’aspetto tattico. Bisogna essere maniacali, serve la gara perfetta, senza errori. Con le marcature preventive e tanta attenzione si può non subire gol anche perchè i difensori del Napoli sono importanti.

Da anni il Napoli è in Europa, in campionato invece c’è la Juve che ha potenzialità economiche più grandi. Quando non vinci però, è anche normale che i tifosi non vengano allo stadio, ma il Napoli domani ha l’opportunità di far ricredere tutti. Bisogna fare il salto di qualità per iniziare finalmente a vincere. La Juve è in una fase calante perchè chi ha fatto la differenza in passato non c’è oppure non gode più di quella forma dovuta anche all’età che avanza”. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.