fbpx

SSC Napoli: ”La dura legge del gol, dai e dai, ma se non segni poi rischi di subire”

SSC Napoli commento Torino

Dopo il gol di Mertens – che supera Cavani nella nostra classifica dei bomber “all time” a quota 105 – il Napoli, soprattutto nella ripresa, costruisce azioni da rete in “loop” e se la Dea non va sotto per 2-0 lo deve anche al fato e a strali celesti

Come consuetudine, al termine della partita tra il Napoli e l’Atalanta -persa dalla squadra azzurra per 1-2-, la Ssc Napoli, sul sito ufficiale del club azzurro, commenta la gara del San Paolo:

L’Atalanta vince per 2-1 al San Paolo dopo che il Napoli aveva comandato il gioco per oltre un’ora. Sono almeno 4 le occasioni gol pulite per gli azzurri, compresa una palla salvata sulla linea da Masiello su tiro di Milik.

Una volta si chiamava “la dura legge del gol”, ma è sempre attuale la nemesi perchè dai e dai se non segni poi rischi di subire. Sono quelle norme non scritte ma sempre in vigore nelle convenzioni calcistiche.

Dopo il gol di Mertens – che supera Cavani nella nostra classifica dei bomber “all time” a quota 105 – il Napoli, soprattutto nella ripresa, costruisce azioni da rete in “loop” e se la Dea non va sotto per 2-0 lo deve anche al fato e a strali celesti.

Poi la risalita orobica ed il sorpasso nel finale per l’Atalanta molto brava a capitalizzare la spinta offensiva. E’ l’imponderabile ma anche il fascino del pallone. Il Napoli mantiene comunque a distanza di sicurezza la posizione nella zona Champions e guarda avanti alla prossima sfida contro il Frosinone nel “lunch match” di domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.