Napoli in ritiro: la pioggia si ferma per gli azzurri ed ADL

allenamento napoli

Il meteo del sesto giorno del Napoli in ritiro non promette bene. Dimaro non è esclusa dall’ondata di maltempo che ha colpito la provincia di Trento da sud a nord.

A partire dalla fase di allestimento del campo lo staff indossa giubbotti impermeabili con cappuccio. Si prospetta un pomeriggio bagnato. La fase di riscaldamento si tiene completamente sotto al tendone adibito a palestra.

Dato il calo di temperatura molti giocatori seguono l’esempio ormai unico ed indiscusso di Callejon ed indossano la maglietta a maniche lunghe. Lo fanno anche i perenni smanicati Chiriches e Maksimovic.

Incantesimo Napoletano

Sembra quasi una magia quella che accade in campo. Non appena la squadra si trasferisce sull’erba la pioggia smette di cadere giù. Rimarranno ugualmente le nuvole a sovrastare il centro sportivo. I tifosi più scaramantici possono interpretare la vicenda come un segno del destino o come la volontà di “qualcuno che abita ai piani superiori”. Un buon auspicio per questo nuovo anno.

 Il dodicesimo uomo in campo

Il pubblico è numeroso e non si sottrae alla visione dell’allenamento. Grandi e piccini, genitori e figli aspettano anche all’uscita che arrivi qualcuno degli azzurri per un autografo o un selfie. Imperterriti sfidano la pioggia che ritorna a bagnare la terra sul finale della sessione di training.

 

Ancelotti: l’ingegnere di un cantiere sempre aperto

Con la squadra non al completo il Napoli in ritiro può definirsi un cantiere che continua a lavorare e sperimentare. Il filo conduttore degli allenamenti programmati è l’utilizzo della palla in tutti gli esercizi in campo.

L’impostazione dell’azione a partire dalla difesa per superare il pressing avversario diventa l’esercizio su cui il Mister sta ponendo l’attenzione da due giorni. La variante di questo pomeriggio prevede le verticalizzazioni ed i cambi di gioco da una fascia all’altra in fase di possesso.

Ancelotti sta sempre in mezzo ai giocatori e non si siede nemmeno una volta in panchina per tutti i 90 minuti. Osserva, indirizza ed accompagna i suoi ragazzi. Nei momenti di imprecisione fa sentire anche la sua voce richiamando maggiore attenzione. Anche il leader calmo può uscire fuori dagli schemi.

Il sole bacia Aurelio De Laurentiis

Solo affetto e tanto calore per il presidente Aurelio De Laurentiis, alla sua prima uscita pubblica in ritiro. Arriva in mattinata a Carciato e prende posizione nel truck shop del Napoli posizionato all’ingresso del terreno di gioco. Le immagini esclusive in diretta di casanapoli.net mostrano che si è concesso un’ora di foto ed autografi sulle nuove maglie, prima di risalire a bordo dell’auto che lo riporta in hotel.

Ha parlato ieri delle dinamiche di mercato con un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, facendo chiarezza sulle intenzioni e prossime mosse della società.

Weekend di fuoco

Il ritiro del Napoli 2019 sta per entrare nel vivo. Nel weekend Dimaro accoglierà alcuni dei calciatori non ancora approdati in Trentino. Mario Rui, Zielinski, Milik ed Hysaj arriveranno venerdì; capitan Insigne ed il nuovo acquisto Manolas giungeranno in Val di Sole sabato.

Sarà il momento delle prime vere scelte per mister Carlo. Con la squadra sempre più al completo da questo fine settimana si deciderà il futuro di tanti uomini in maglia azzurra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi collaborare con CANAPOLI.NET ? CLICCA QUI