fbpx

Dalla Spagna- Fernando Llorente contro il Napoli: “Mi avevano tolto il numero di maglia, volevano che andassi via. Facevo allenamenti a parte”

younes

Fernando Llorente, attaccante attualmente in forza all’Udinese, ha rilasciato un’intervista al portale spagnolo EFE

Fernando Llorente, attaccante attualmente in forza all’Udinese, ha rilasciato un’intervista al portale spagnolo EFE.

Al portale online spagnolo, l’attaccante iberico si scaglia contro il Napoli, sua ex squadra. Infatti, ha spiegato Fernando Llorente, che da quando era andato via Carlo Ancelotti, non c’era più spazio per lui e quindi la dirigenza ha fatto chiaramente capire che voleva che andasse via.

Queste le sue parole:

“Da quando se n’è andato Ancelotti non ho avuto più spazio e mi hanno ceduto. Volevano che me ne andassi e mi parlavano sempre molto bene dell’Udinese. Il rapporto con Gattuso è stato molto buono, mi ha trattato sempre con grande rispetto, ma gli avevano comprato i suoi giocatori, Osimhen e Petagna, e probabilmente doveva dare loro la precedenza”.

L’ANNO SCORSO –Quand’è arrivato Gattuso, lo scorso anno, io mi sono infortunato. Poi, quando sono tornato ad allenarmi in gruppo è scoppiata la pandemia e tutto si è fermato per tre mesi. Per un giocatore con le mie caratteristiche è stato un orrore. Passando a questa stagione, la società mi ha poi tolto il numero di maglia e mi ha fatto allenare a parte con Milik e Ounas”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *