fbpx

Champions League, Napoli Real Madrid: traffico in tilt a Fuorigrotta

Champions League

Champions League, Napoli Real Madrid: traffico in tilt a Fuorigrotta

Febbre da calcio a Napoli per la seconda giornata di Champions League che oppone gli spagnoli di Carlo Ancelotti agli azzurri di Rudi Garcia.

E’ una partita che ha un fascino tutto particolare per i napoletani essendo il Real Madrid la formazione più titolata d’Europa per le tante “Coppe con le grandi orecchie” vinte.

L’albo d’Oro ci riporta a 14 edizioni di Champions League vinte dal Real Madrid, seguito dal Milan con 7 vittorie nella sua storia.

E’, dunque, grande calcio allo stadio Diego Armando Maradona con una delle partite più attese della stagione appena iniziata.

In palio il primo posto del girone C (in cui ci sono Union Berlino e Braga).

La città vive con grande partecipazione questo evento e subisce il traffico cittadino che è oltremodo aumentato in queste ultime ore.

Per andare verso lo stadio la tangenziale è già bloccata dalle 15,00. Fino alle 21, ora di inizio dell’incontro, il traffico sarà sempre più intenso.

Il Maradona sarà Sold Out con un notevole incasso per il club campione d’Italia.

Novità di questa giornata, riferita alla gestione dell’evento, è l’impegno economico della SSC Napoli che verserà 13.600 euro al Comune di Napoli per coprire la spesa della polizia municipale schierata da Palazzo San Giacomo per garantire la viabilità.

E’ la prima volta che il Calcio Napoli, guidato da Aurelio De Laurentiis, è chiamato a compartecipare ai costi dei servizi garantiti dai vigili urbani.

Per lo stadio c’è una dichiarazione del sindaco Manfredi alla luce degli ultimi eventi legati al bradisismo della zona puteolana che si ripercuote anche nel quartiere di Fuorigrotta: “Lo stadio dal punto di vista strutturale non ha nulla, così come noi ci aspettavamo viste le sue caratteristiche strutturali.

Ricordo che nel terremoto dell’80 l’impianto non ebbe alcun danno e che quando la gente fa il tifo sicuramente le oscillazioni sono più grandi di quelle legate alle scosse di bradisismo”.

E veniamo alle questioni tecniche: la formazione messa in campo da Rudi Garcia dovrebbe essere quella più scontata: Meret tra i pali, il capitano Di Lorenzo a destra, al centro Ostigard e Natan, sulla corsia di sinistra l’unico ballottaggio, Olivera, per ora, sembra favorito rispetto a Mario Rui.

In mediana Lobotka, Anguissa e Zielinski, mentre in attacco il tridente Politano a destra, Kvaratskhelia a sinistra e Osimhen al centro.

Il Napoli non ha mai battuto il Real Madrid negli ultimi 4 incontri

 Il Napoli non ha mai battuto il Real Madrid nei quattro precedenti incontri in campo europeo (1 pareggio, 3 sconfitte).

Il Real Madrid ha vinto 14 delle ultime 15 partite di Champions League contro squadre italiane, vincendo tutte e sette le ultime partite giocate in trasferta in Italia.

Invero il Napoli ha perso solo due delle 21 partite casalinghe nella fase a gironi di UEFA Champions League (15 vittorie e 4 pareggi), gli ultimi due ko contro il Besiktas nel 2016 e il Manchester City nel 2017.

La squadra partenopea ha vinto ciascuna delle ultime quattro partite della fase a gironi segnando 3 o più gol in ogni singolo match.