fbpx

Napoli Union Berlino 1-1, le pagelle. Politano sblocca, poi il black out sul gol ospite

Napoli

Napoli Union Berlino 1-1, le pagelle. Politano sblocca, poi il black out sul gol ospite

Napoli e Union Berlino si sono affrontate questa sera allo stadio Diego Armando Maradona per la quarta giornata (prima del girone di ritorno) del gruppo C di Champions League.

Il match si è concluso con il risultato di 1-1.

Garcia e i suoi non riescono a chiudere il discorso qualificazione.

Napoli Union Berlino 1-1, le pagelle.

Meret 6 – Brivido nel finale di primo tempo, quando vede la palla sbattere sul suo palo. Nel secondo, sul contropiede dell’1-1 respinge (troppo centralmente?) la prima conclusione, prima di arrendersi a Fofana.

Di Lorenzo 6 – Somiglia sempre più al vecchio “fluidificante”, sempre sul fondo a cercare il cross o la percussione. Fa il possibile.

Rrahmani 6 – Bene sia nel gioco aereo che quando c’è da andare in anticipo. Sfiora il gol del 2-1.

Natan 6,5 – Il palo gli nega la gioia del gol. Fa a sportellate con gli attaccanti avversari, facendo valere il fisico.

Mario Rui 6 – Più palleggio che fase difensiva per il portoghese questa sera. Dal suo piede arriva l’azione del gol di Politano.

(Olivera 6)

Anguissa 6 – L’aveva messa dentro, ma l’assist è viziato da un fallo del capitano. Mette importanti minuti nelle gambe, in cerca della migliore condizione.

Lobotka 5,5 – Meno preciso del solito. Lasciato colpevolmente solo in occasione del contropiede del pareggio ospite.

(Simeone 5,5 – Non incide)

Zielinski 6 – Lega i reparti di centrocampo e attacco. Sua la prima vera occasione della partita.

(Cajuste s.v.)

Politano 7 – Sta ancora cercando di capire come l’ha messa dentro, ma la fortuna se la cerca: ancora prestazione di livello dell’esterno destro, diventato ormai chiave di entrambe le fasi.

(Lindstrom s.v.)

Raspadori 5,5 – Bene nel primo tempo, palle giocate sempre con velocità e precisione. Nella ripresa cala vistosamente, perdendo lucidità.

Kvaratskhelia 5,5 – Tenta più volte, invano, di scardinare il muro di Berlino. Si accende nella ripresa, ma all’82’ sceglie l’azione personale anziché darla a Simeone, meglio posizionato.

All. Garcia 5 – Una partita in totale controllo, poi il suicidio sul pareggio ospite con il solo Lobotka contro i velociti avversari.