fbpx

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z – Pasqua di auguri, beneficenza e mercato con un occhio a whatsapp

Il Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition è reduce dai giorni pasquali trascorsi in maniera rivisitata con un occhio preoccupato al presente ed un altro più incerto verso il futuro

Ma non solo: è stata la settimana delle voci dei protagonisti, degli aneddoti, della grande beneficenza del club azzurro, dei progetti e del mercato con tantissime indiscrezioni che iniziano a farsi largo. Tutti i dettagli nel Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition!

A come Allenamenti

I piaceri luculliani della cucina durante la quarantena sono tra le fonti di sorriso di questo assurdo periodo portando con sè ovviamente tutti i problemi del caso. Bilance impazzite e pance che crescono, con addominali nascosti che gridano vendetta. Come mantenersi quindi in forma? Ci pensa lo Staff Tecnico azzurro con l’iniziativa “SSC Napoli Home Workout”. Bruno Dominici, Dino Tenderini, Massimo Innocenti e Marco Sangermani​ attraverso un ciclo di 6 video lezioni di wellness casalingo, aiutano gli utenti ad avere cura del proprio benessere. Video lezioni suddivise in tre differenti livelli di difficoltà (GUARDA QUI I VIDEO) davvero per tutti i gusti. Altro che palestra!

B come Belotti

Se n’è parlato tanto in settimana e sembra che tra gli oggetti del desiderio del Napoli del futuro ci sia anche il Gallo Belotti (LEGGI I DETTAGLI). Incedibile per Cairo ed i suoi tifosi, attentabile invece da parte del duo Giuntoli-De Laurentiis che sta accelerando i tempi per capire quali margini di concretezza possa avere una possibile trattativa. Al momento la percentuale resta molto bassa ma non disperate: se non dovesse essere a Torino, il Gallo potrebbe cantare altrove. Magari proprio all’ombra del Vesuvio. 

C come Cordoglio

Tra il Napoli e Pep Guardiola c’è sempre stato un rapporto di stima reciproca, rispetto e tanti sorrisi. E’ tra quei leader che piace tanto a De Laurentiis, anche stuzzicare da lontano e che fanno parte di un calcio fantasioso, concreto e senza peli sulla lingua così come spesso il club azzurro si fa portatore sano in giro per l’Europa. In un momento difficile è proprio il massimo dirigente partenopeo che ha divulgato un messaggio di cordoglio per la scomparsa della madre del noto allenatore a causa del covid-19. Un bellissimo gesto, così come il post apparso sui social (LEGGI QUI).

D come Differenze

Proseguiamo questo Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition con una domanda da un milione di dollari: quali sono le differenze tra Conte e Gattuso? Siccome non vogliamo mettervi in difficoltà nè farvi pensare troppo durante questi giorni pasquali, ci ha già pensato Matteo Politano a dare una spiegazione in merito. “Sotto il profilo umano sono molto simili, mettono l’anima. Entrambi hanno grande carattere e chiedono in campo tanta intensità” (LEGGI LE SUE PAROLE). Contenti?

E come Extra

Impossibile non parlare di mercato in questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition e soprattutto degli altarini emersi da ciò che sembra sia accaduto sottobanco negli scorsi mesi e ciò che ancora potrebbe accadere. Primo nome: Castrovilli, il super talentino classe ’97 che gli azzurri hanno cercato di strappare alla Fiorentina. Offerta rispedita al mittente, nulla da fare (LEGGI I DETTAGLI). Poi, un occhio anche al futuro con l’ipotesi di un ritorno di Sepe per il post Meret (LEGGI LA NOTIZIA). Per ora nulla di concreto, fatto sta che sono proprio giorni di lavoro extra per Giuntoli. Daje. 

F come Fratello

Ahhh, che buontemponi i fratelli Insigne. In settimana Lorenzo si è raccontato alla radio ufficiale partenopea e tra un messaggio di speranza nella lotta al coronavirus e qualche indiscrezione sulla quarantena del Napoli, non poteva mancare lo scherzone del fratello Roberto. Il forte giocatore del Benevento infatti si è finto un radioascoltatore in diretta ed ha chiesto al capitano azzurro la ricetta della pizza. Niente da fare però, nessuno coglie di sorpresa il forte attaccante: fratellino sgamato in un secondo (LEGGI LA NOTIZIA) e via con gli ingredienti. Lo avevamo detto che avrebbe aperto una pizzeria!

G come Gruppo Whatsapp

Mi manchi, mi manchi. Posso far finta di star bene ma mi manchi. Chissà se la cantano anche i giocatori del Napoli che in questa quarantena forzata che ormai va avanti da più di un mese, hanno ben pensato di creare un gruppo whatsapp per comunicare quotidianamente tra loro (LEGGI I DETTAGLI). E già immaginiamo le burle di Mertens, l’allegria di Insigne, la garra di Allan, Ospina pater familias…e le ramanzine di Gattuso. Quelle proprio, non mancano mai.

H come HomeWorkout

Abbiamo già detto in avvio di questo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z che in quarantena si mangia ed anche troppo. I calciatori azzurri devono mantenere però la linea, c’è Gattuso che li controlla con tanto di videochiamate e pesate quotidiane. Ecco quindi che si ricorre all’home workout con tanti calciatori che condividono sui propri social le sessioni di allenamento giornaliere rigorosamente a casa, i più fortunati sul terrazzo vista golfo, mare e Vesuvio. Tra questi c’è Alex Meret che si è fatto aiutare dalla bella fidanzata Debora per degli esercizi specifici (GUARDA IL VIDEO): bravissimi entrambi!

I come Insistenza

Insistenza, questa (s)conosciuta, seconda puntata. Già negli scorsi appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z avevamo parlato di quanto le milanesi vogliano cercare di portar via verso la nebbia del Duomo tanti dei talenti all’ombra del Vesuvio. L’inter prosegue nel corteggiamento serrato nei confronti di Mertens, mentre il Milan prova a corteggiare Milik. Ma non è tutto. I rossoneri sembra stiano accelerando anche per Meret, amareggiato dal poco impiego nella seconda parte di stagione partenopea (LEGGI LA NOTIZIA). No, non ce la farete, Alex ce lo teniamo stretto. Almeno spero.

L come Lumaca

Ambrosini, Gattuso e Zambrotta. Un trio che ha fatto le fortune della Nazionale italiana e del Milan e soprattutto che ha centinaia di aneddoti da raccontare. Il più curioso però ha a che fare con una lumaca e ce lo ricorda Ambrosini: “Gattuso prendeva a forchettate la mano del povero Zambro che lo prendeva in giro per la qualità del pesce che portava a Milanello. Una volta durante un allenamento perse una scommessa con Kaladze e si mangiò una lumaca intera”. Siete scettici? Leggere per credere (QUI L’ANEDDOTO)!

M come Molesto

Ahhh Ciro, Ciro, non cambi mai, neanche in quarantena. Che sia molesto, spiritoso e mantenga sempre il morale alto dei suoi compagni ormai lo sappiamo bene, anche a distanza tramite social. Ovviamente parliamo di Mertens, che non si lascia scappare una foto, un video, un post per lasciare un commento sagace e “mettere in croce” il povero malcapitato. Qualche giorno fa è toccato a due giocatori che ben conosce, Nainggolan e Pavoletti, vittime in videochiamata del sano bullismo del 14 azzurro. Ma noi lo adoriamo anche per questo: scugnizzo nel cuore!

N come Non vedo l’ora

“Napoli? Non vedo l’ora, una piazza fantastica con un tifo straordinario per un top club. Arriverò per restare. Quando il mio manager mi ha chiamato lo ricordo ancora, mancava poco all’allenamento. Ho ancora lo screenshot di lui che mi dà la notizia”. Parole d’amore per Napoli ed il Napoli di qualcuno che la maglia azzurra la vestirà soltanto a fine stagione, coronando un sogno. E’ Andrea Petagna che ha sposato a pieno seppur a distanza il progetto partenopeo, candidandosi già a futuro leader della rosa firmata Gattuso 2.0. Ed anche noi non vediamo l’ora di vederlo all’opera!

O come Organizzazione

Torniamo per un attimo seri e parliamo di argomenti importanti e concreti in questo Campionato del Napoli dalla A alla Z special edition.  La società partenopea, per forza di cose, ha dovuto mettere in cassa integrazione vari dipendenti amministrativi, addetti alla segreteria e magazzinieri, con grande rammarico da parte dei vertici.  Gattuso e Giuntoli però sono subito intervenuti proponendosi per donare uno stipendio, o parte di esso, a queste persone sperando che anche gli altri facciano la stessa cosa (LEGGI L’INIZIATIVA AZZURRA). Un gesto importante da parte di chi vive sotto le luci dei riflettori a dispetto di chi è sempre presente sottobanco remando tutti verso la stessa direzione. Chapeau!

P come Pasqua

Potevano mai mancare gli auguri del presidente Aurelio De Laurentiis? Ovviamente no, anche se ovviamente quest’anno sono stati differenti dal solito, considerando il difficile momento che sta attraversando l’Italia, l’Europa ed il mondo intero (LEGGI GLI AUGURI DEL PRESIDENTE). Due messaggi differenti, uno per i tifosi e tutti i cittadini italiani, l’altro per i suoi giocatori e lo staff guardando con ottimismo al presente ed al futuro. Per i meno fortunati poi, tantissime iniziative come beneficenza, raccolta di fondi, cibo e donazioni delle uova della società al personale sanitario degli ospedali napoletani (LEGGI LE INIZIATIVE AZZURRE). Cuore d’oro.

Q come Qui pro quo

Fermi tutti, parla Fabian Ruiz. C’è infatti stato in settimana un qui pro quo che ha visto protagonista il talentuoso centrocampista azzurro e che ha persino necessitato di una smentita di quelle che tanto piacciono al Napoli. “Oggi ho parlato con un giornalista spagnolo di questioni personali. Non era mia intenzione fare una intervista”, si legge sui canali ufficiali azzurri. Il riferimento è ad alcune dichiarazioni riportate dal portale iberico EFE dove il calciatore avrebbe raccontato come starebbe trascorrendo la sua quarantena a Napoli. Tutto bene quel che finisce bene. 

R come Regole

Nella settimana di Pasqua a fare il punto della situazione non poteva che essere il capitano del Napoli Lorenzo Insigne, il quale ha parlato della sua quarantena, del rapporto con Gattuso e con i compagni, aggiungendo anche qualche indiscrezione. L’incipit però va all’emergenza coronavirus ed al dramma di un’intero Paese. “Abbiamo una gran voglia di tornare in campo, ma in questo momento dobbiamo rispettare le regole. Siamo in un periodo delicato e il nostro pensiero va innanzitutto ai medici e a tutti coloro che stanno facendo il possibile per farci uscire da questo tunnel” (LEGGI LE PAROLE DI INSIGNE) Leader.

S come Sosa

Chi ama non dimentica, questa è una delle regole principali per coloro che sono nati e cresciuti con il cuore azzurro. Ci sono giocatori che hanno segnato epoche, momenti del Napoli ed anche se non hanno vinto trofei, ne hanno vestito con amore, orgoglio e grande leadership la maglia, onorandola costantemente. Tra questi c’è il Pampa Sosa, l’ultimo ad aver vestito la 10 di Maradoniana memoria prima che fosse ritirata e che in settimana ha espresso in un’intervista un desiderio futuro: allenare proprio il Napoli. Occhi a cuoricino, pelle d’oca e ricordi di festeggiamenti sulla traversa starter pack: ti aspettiamo!

T come Treno per Yuma

AAA cercasi quel dannato treno per Yuma. E’ passato ormai un anno ed è scomparso da ogni radar anche se la percezione e soprattutto la speranza che possa ancora passare nei pressi di piazza Garibaldi c’è sempre e la culliamo con fermezza. Eh sì, colpa anche dello stop del calcio che ci invoglia ancor più a fantasticare, così come un mercato estivo che per forza di cose potrebbe essere molto molto particolare. Ecco che la suggestione si fa nuovamente spazio tra le grigie giornate pandemiche (LEGGI QUI L’INDISCREZIONE) anche se c’è forte la concorrenza della Juve e dell’Everton di Ancelotti. Incubo. 

U come Un po’ di nostalgia

Ne parliamo poco in questi appuntamenti del Campionato del Napoli dalla A alla Z ma la nostalgia del Napoli c’è e si sente forte. Quelle domeniche allo stadio, gli anticipi, i posticipi, la musichetta Champions, l’ansia di scoprire la formazione che Gattuso schiererà in campo, percepire le sue grida, il ringhio, la garra. Gli abbracci a fine gara, esultare dopo un gol con il San Paolo che scoppia di gioia. Mario Rui che trotterella sulla fascia, i sorrisi di Mertens, iltiragggggiro di Insigne, gli infarti che regala Ospina, le capocciate di Manolas. Sì, ci manca tutto questo, ci mancano le vere emozioni azzurre, nel bene e nel male, finchè morte non ci separi. Amen. 

V come Verso il 4 maggio

No, cari amici, non è ancora sicuro che tutto tornerà alla normalità il 4 maggio e che forse, qualcosa potremmo tornare a farlo con pazienza, accortezza e semplicità. Una passeggiata al sole, un caffè o semplicemente andare a fare la spesa con tranquillità. Abbracciare i cari, gli amici, le dolci metà, sentire il vento che soffia sul volto. Forse. Così come il Napoli il 4 maggio potrebbe riprendere gli allenamenti a Castel Volturno: è questa la prossima deadline, la data cerchiata rosso sul calendario. Speriamo. 

Z come Zaaaac

Terminiamo questo nuovo appuntamento del Campionato del Napoli dalla A alla Z con delle dolenti note, riguardanti i rinnovi di due pedine indispensabili per il Napoli del presente e del futuro: si tratta di Dries Mertens e Gennaro Gattuso, situazioni diverse ovviamente tra loro ma che si intrecciano inesorabilmente. Sembrava infatti che fosse ad un passo il prosieguo delle loro avventure in azzurro ed invece c’è qualcosa di ancora irrisolto. Si parla, si discute si valuta. Ma lasciamoci con una sana dose di ottimismo ed un doppio appello: blindare Dries e Ringhio per poi costruire un Napoli ancor più competitivo. Ad maiora!

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

Casanapoli è un contenitore di notizie online sulla squadra del Napoli e il mondo che le ruota ogni giorno intorno. Non solo calcio per casanapoli.net da quando è online anche la sezione cronaca. I nostri redattori riportano e commentano quanto accade a tutti i protagonisti e non solo. Una giovane redazione sempre pronta a seguire, riportare e commentare il percorso della nostra amata squadra. Online sul giornale, in televisione, sul web ed in radio. Seguiteci anche sui social: Twitter, Facebook e Instagram. Seguiteci per tutti gli aggiornamenti su Casanapoli.net.

1 thought on “Il Campionato del Napoli dalla A alla Z – Pasqua di auguri, beneficenza e mercato con un occhio a whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + quattro =