fbpx

Gazzetta : “Spalletti avvertito da ADL dell’austerity”

Spalletti al Meazza

Gazzetta: “Spalletti avvertito da ADL dell’austerity”

Gazzetta su Spalletti: il tecnico toscano era al corrente che per acquistare era necessario prima cedere.

Dopo le due vittorie con Venezia e Genoa in campionato, sembra essere tornato l’entusiasmo nella piazza partenopea e lo scetticismo della torcida napoletana sembra essere scemato con i sei punti incamerati.

Sull’edizione odierna della Gazzetta dello Sport si parla dell’ottimo impatto sulla piazza di Luciano Spalletti: “In discussione, per esempio, è stato messo il mercato, la mancanza di investimenti importanti e mirati da parte della Società. Ma l’austerity era stata abbondantemente anticipata da Aurelio De Laurentiis prima ancora che la campagna acquisti entrasse nella sua fase più calda.  Restrizioni che l’allenatore ha subito condiviso, dicendosi soddisfatto dell’organico a disposizione, ritenendolo competitivo per l’obiettivo stagionale: il ritorno in Champions League”.

Spalletti, del progetto Napoli, si è fatto garante e ha ottenuto la fiducia dello spogliatoio. La Juventus, dunque, dovrà dire se davvero questo Napoli potrà inserirsi nella lotta per il titolo”.

Il Napoli ha portato nella sua rosa giocatori funzionali e utili alla stagione calcistica per centrare l’ obbiettivo di tornare nella prestigiosa competizione Europea. Con gli acquisti di Juan Jesus e Anguissa si è provveduto a coprire i problemi che la rosa azzurra aveva.

Il tempo dirà se la rosa azzurra sarà in grado di tentare la scalata al vertice della classaifica.

Con la rosa attuale, gli azzurri non presentano carenze nell’ organico, a livello numerico e tecnico e possono dare soddisfazione al tecnico di Certaldo e ai tifosi azzurri.

Il fiore all’ occhiello del Napoli è sicuramente il reparto avanzato, disponendo di Lozano, Politano, Insigne, Osihmen, Petagna, Ounas, Mertens.

IL DIKTAT DI ADL: il presidente azzurro fù chiarissimo che per rientrare in Champions, si doveva costruire una squadra forte, ma abbattendo i costi.