fbpx

Napoli Atalanta, la Napoli del buon cibo soddisfa anche i palati vegani.

Napoli Atalanta

Napoli Atalanta Napoli Atalanta Napoli Atalanta Napoli Atalanta Napoli Atalanta

Napoli Atalanta, la Napoli del buon cibo soddisfa anche i palati vegani.

Chi a Napoli non ha mai mangiato un piatto di spaghetti con le vongole? Buono, ma se il mollusco è fresco e tipico della zona.

Come si prepara?: In una padella olio, gambi di prezzemolo, un pò di peperoncino forte, aglio e soffriggiamo. Appena dopo rilasciamo le vongole nel soffritto e bagnando con del vino bianco, le facciamo aprire. Aspettiamo che sfumi la parte alcolica del vino. Il sugo fuoriuscito lo conserviamo per preparare il piatto.

In un’altra padella poniamo sul fuoco vivo: l’olio, di nuovo i gambi di prezzemolo, l’aglio e lasciamo soffriggere, aggiungiamo i pomodorini tagliati a metà e li lasciamo appassire.

Intanto bagniamo continuamente con il sugo ottenuto dalle vongole e alla fine aggiungiamo i molluschi a conclusione del nostro piatto.

Cuoceremo gli spaghetti e, risottando in padella, (come dicono i bravi e moderni chef), amalgamiamo il tutto.
Ebbene in tutto questo c’è la magia di aver preparato un piatto unico.

La magìa del Napoli

E’ la stessa magia che in questi giorni la SSC Napoli sta infondendo nell’animo di ogni tifoso con una squadra di bravi ragazzi, con la smania di migliorarsi, alcuni più talentuosi, ma tutti con la voglia di fare e, in panchina, un tecnico speciale come Luciano Spalletti.

Questi non è superman, ma un professionista serio, capace di tirar fuori il meglio dal gruppo, soprattutto entrando nella testa dei singoli e far capire loro cosa sia meglio fare.

Non solo, ma il toscano è riuscito a forgiare personalità convinte di essere i migliori del settore e, capaci insieme, di sbaragliare qualunque ostacolo.

Poi il talento di alcuni, per esempio la magia di Kvaratskhelia, il suo estro in campo, la sua fantasia, rappresentano per i tifosi il piatto di spaghetti con le vongole: il campo di gioco è l’olio, l’aglio è rappresentato dai suoi avversari, e poi le vongole veraci, il prodotto che il presidente De Laurentiis ha voluto regalare ai tifosi del Napoli, i ragazzi sotto forma di squadra.

Il fantastico Kvaratskhelia

Il fantastico Kvicha che cosa fa? Si inventa talentuosi dribbling per colpire gli avversari e segnare magari una rete fantastica.

E’ successo ieri sera contro l’Atalanta che il georgiano, così come il vino bianco immesso nelle vongole per garantire un pò più di acidità al piatto, ha inacidito gli atalantini con un dribbling ubriacante, mettendo a sedere quattro difensori dell’atalanta e, prima ancora che arrivassero altri tre, è riuscito a segnare un gol incredibile, facendo passare il pallone sopra la testa di un altro difensore, e infilandolo sulla destra della porta avversaria.

Li abbiamo contati…erano in sette, quelli dell’atalanta, contro Kvicha, contro il signore di questo Napoli incredibile.

Napoli Atalanta

La prestazione, il risultato di 2 a 0 finale, hanno permesso il riequilibrio rispetto a ciò che era accaduto la settimana scorsa, la sconfitta contro la Lazio in casa.

Si è rischiato in questa settimana, di alimentare nella testa dei tifosi napoletani strane idee, che soltanto con la vittoria netta contro Gasperini & C., sono state dissipate. La sottile preoccupazione che ha attraversato i tifosi più ansiosi, ora sembra svanita.

Sono 18 i punti di vantaggio sulle inseguitrici

Sono nuovamente 18 i punti di vantaggio sulle inseguitrici, tranquilli!

La gente ora, conta le giornate che mancano alla fine e qualcuno ha già dichiarato di voler restare con i piedi per terra in attesa dell’aritmetica che potrà restituire, per intero, la certezza di aver raggiunto un traguardo…il traguardo.

Così come noi napoletani non disdegniamo mangiare un bel piatto di spaghetti con le vongole, abbiamo la voglia di affidarci all’attesa e gustarci fino alla fine la stagione di questo Napoli stellare.

Di solito l’attesa rende più bello un evento, ma qui si tratta di un piatto ricco, servito sul tavolo del campionato da Luciano Spalletti e dalla sua brigata di giovani speranze del futuro.