fbpx

Frosinone Napoli 1-3, le pagelle. Doppio Osimhen, Di Lorenzo TAV

Napoli Eintracht

Osimhen, Fonte: Social SSCNAPOLI

Frosinone Napoli 1-3, le pagelle. Doppio Osimhen, Di Lorenzo TAV

Frosinone e Napoli sono scese in campo questo pomeriggio allo stadio Benito Stirpe per la prima giornata Serie A.

Gli uomini di Rudi Garcia, subentrato a Luciano Spalletti, cominciano il campionato con il piede giusto: dopo lo schiaffo iniziale, gli azzurri ribaltano il match con Politano e Osimhen.

 

Frosinone Napoli, le pagelle

Meret 6 – Poco impegnato.

Di Lorenzo 7 – Il TAV ricomincia esattamente come aveva chiuso. Solchi nella fascia di competenza e assist per il 9.

Rrahmani 6,5 – E’ il nuovo leader difensivo. Suo l’anticipo dal quale parte l’azione del pareggio. Qualche indecisione, dovuta probabilmente alla condizione non ottimale.

Juan Jesus 6,5 – Bene nell’aggressione alle spalle dell’avversario, specie quando gli azzurri si alzano a metà campo.

Olivera 6 – L’uruguagio commette qualche errore. Ma nel suo bagaglio ci sono capacità e caparbietà per porvi rimedio.

(Mario Rui 6)

Cajuste 5,5 – Gioca con il peso dell’ingenuità iniziale, che costa il vantaggio ciociaro. Rimedia un giallo a metà ripresa, Garcia decide dunque di sostituirlo.

(Anguissa 6,5 – Si percepisce da subito il cambio di passo in termini di qualità e fiducia. Con il camerunense il campo, al momento è un’altra storia)

Lobotka 6 – Gestisce un giro palla complesso, visto lo stato del terreno di gioco. Un paio di conclusioni verso la porta avversaria: non la sua migliore qualità.

(Ostigard s.v.)

Zielinski 6,5 – Lega centrocampo e attacco. Le gambe ancora non girano come desidera il polacco, ma è quanto basta per vedere qualche sprazzo di classe della mezzala.

Politano 7 – Sigla l’importantissimo 1-1 con un gran tiro da fuori dopo un bel controllo di destro, rimettendo la partita sui binari giusti.

(Elmas 6)

Osimhen 7,5 – Bolide sotto la traversa, Napoli in vantaggio. L’abbiamo sentita e la sentiremo spesso, questa. Ma anche “lanciato in profondità, la mette dentro” può essere considerato un leit motiv.

(Simeone 6,5 – Riesce a rendersi pericoloso nei pochissimi minuti a disposizione, con una conclusione pericolosa ed una gran palla per Zielinski)

Raspadori 6,5 – E’ in cerca della posizione giusta. Fatto sta che quando è più vicino alla porta si rende spesso pericoloso. Nel primo tempo l’aveva messa: gioia rimandata, causa offside di Cajuste.

All. Garcia 6,5 – Aveva annunciato che, almeno inizialmente, non ci sarebbero stati grossi cambiamenti sotto l’aspetto tattico. Detto, fatto. Condizione fisica ancora non al top, com’è ovvio che sia. Ciò che conta è che i primi tre punti sono in cassaforte.