fbpx

Napoli Empoli, conferenza stampa di Andreazzoli

Napoli Empoli

Napoli Empoli, conferenza stampa di Andreazzoli

Empoli, Andreazzoli: “Saremo propositivi! Garcia tecnico eccellente, ma dopo Spalletti…”

Alla vigilia di Napoli Empoli, Lunch Match di domani alle ore 12,30 al Maradona per la dodicesima di campionato, Aurelio Andreazzoli ha tenuto la sua conferenza stampa.

Il tecnico ha evidenziato maggiore positività oggi, alla vigilia della gara con i partenopei, che nel dopo partita contro il Frosinone. I suoi ragazzi sono pronti alla sfida, a parte Baldanzi che non ha ancora recuperato, e si dice felice della sosta delle nazionali per poter lavorare con tutto il gruppo.

Andreazzoli si è detto convinto che la squadra riuscirà a trovare il bandolo della matassa per la fragilità mostrata dopo aver incassato un gol e cercherà con i ragazzi di poter venire a capo della problematica cercando di recuperare.

Del Napoli il tecnico ha dichiarato che Garcia è una persona eccellente e scrupolosa e che è l’unico che poteva sostituire Luciano Spalletti. Era impensabile però, che potesse in breve tempo, fare meglio. Ripetersi è difficile.

La sua squadra non ha un problema di allenamento, ma di assemblamento e Kovalenko, la loro arma segreta, sta crescendo in maniera esponenziale.

Infine il tecnico ha detto che bisogna essere propositivi anche a costo di rischiare qualcosa perché non hanno la possibilità di gestione. Non ci sono solo le mezzali a doverlo fare, ci deve essere una partecipazione globale. E a quel punto l’Empoli può diventare fastidioso per tanti.

In ogni caso Andreazzoli ha concluso la sua conferenza stampa sottolineando che la squadra deve pensare soprattutto a se stessa e poi agli altri.

Domani dunque si saprà la forza di questa squadra che nel 2021, in occasione della gara disputata al Maradona, riuscì a superare gli azzurri con  una rete di scarto, 0-1 (Cutrone), che mandò nel panico i tifosi napoletani e la stampa tanto da scrivere fiumi d’inchiostro su quella pagina nera del calcio azzurro targato De Laurentiis.