fbpx

Salernitana-Napoli derby di Halloween senza Osimhen, Zielu toglie le zucche dal fuoco tra le scelte di Spalletti e baby Ciro in arrivo – Le pillole del Campionato del Napoli

Salernitana-Napoli ha scaldato il pomeriggio di Halloween come solo un derby campano sa fare, ricco di emozioni e capovolgimenti di fronte che hanno visto trionfare gli azzurri di misura, confermando la vetta con il Milan

La rete di Zielinski al 61′ dopo un’azione tambureggiante in area piccola, ha messo in discesa un Salernitana-Napoli molto bloccato e con finale al cardiopalma: un rosso per parte, numerosi interventi del Var e qualche polemica sulle scelte di formazione di Spalletti. La settimana però ha visto anche una bella notizia: fiocco in arrivo per i Mertens, che aspettano un bebè. Questo e molto altro nelle Pillole del Campionato del Napoli!

Baby Ciro

Prima di parlare di Salernitana-Napoli, è giusto spendere qualche riga per uno dei momenti più dolci della settimana. Così come solo loro sanno fare, con un’incredibile unicità, Kat e Dries Mertens hanno svelato al mondo di aspettare un bebè, precisamente un Baby Ciro in arrivo (GUARDA IL VIDEO). A darne la bella novella un video sui social e tutta l’emozione del futuro papà, che non vede l’ora di dare alla luce il suo primogenito proprio all’ombra del Vesuvio. Nonostante un po’ di sana gelosia da parte di tutte le fan del 14 azzurro, gli auguri di cuore sono d’obbligo, ad una delle coppie più belle e longeve del calcio italiano. Insomma, auguri e figli napoletani!

Tempo di derby

Ok, ora possiamo parlare di cose di campo e di Salernitana-Napoli. Tempo di derby, di assurdi sfottò, minacce, di una superficiale violenza che, fortunatamente, è nata e morta solo con le parole da tastiera. In campo sì, è stata gara vera, difficile, come si potesse pensare. L’Arechi trasudava di tifo, quello che da decenni aspettava proprio lo scontro con le big e con gli azzurri, privo del settore ospiti. Vince il Napoli ma come ha dichiarato Colantuono, la sua Salernitana può uscire a testa alta (LE PAROLE). Che meritasse qualcosa di più non me la sento di dirlo, questa volta sono stati i partenopei a fare un bello scherzetto.

Sporca e sporchissima

Salernitana-Napoli ha portato con sè uno strascico di polemiche come ogni derby sa fare. Le prime sono iniziate alla lettura delle formazioni ufficiali: non c’è Osimhen infortunato e qui già hanno gufato bene (I DETTAGLI) e non c’è neanche capitan Insigne. Un po’ scelta tattica, un po’ fisica, fatto sta che il capitano, il leader, siede in panca e mai la lascerà. Piccata la risposta di Spalletti in conferenza stampa: “Aveva un problema al muscolo. Perchè volete darne un taglio personale a questa situazione? Già vedo i titoloni! Ora divento antipatico di nuovo. Sono stato due anni in campagna dite, se non rompete i cogli**oni sono tornato, altrimenti ci stavo cinque anni. Non è accaduto nulla” (LA CONFERENZA STAMPA). Insomma, anche in questo caso, nessun caso. E non provate a dirgli che è stata una vittoria “sporca” bensì meritata, limpida, di carattere: ed anche su questo non gli si può proprio dir nulla.

Le zucche dal fuoco

Si soffre, proprio non si sblocca Salernitana-Napoli. Eppure al 61′, che corrisponde agli anni che ieri avrebbe compiuto Diego Armando Maradona (IL RICORDO), la risolve…. non si capisce chi. In meno di un giro di lancette succede di tutto: azione tambureggiante in area piccola, traversa del neo entrato Petagna, rimpallo Salernitana, tapin azzurro ma c’è Belec, ancora palla che viaggia come un flipper e via, la piazza in rete Zielinski. Sì, proprio Zielu, dal piede sopraffino, che sicuramente non sta vivendo il suo miglior momento di forma ma che ha tolto le castagne, anzi per l’occasione le zucche, dal fuoco. Come sempre, provvidenziale e più della sufficienza in pagella (LE PAGELLE AZZURRE).

Black/Red out

Salernitana-Napoli non finisce dopo il gol di Zielinski, anzi, dopo inizia un’altra gara ancor più di carattere e difficile per gli azzurri. Al 63′ rosso per Kastanos dopo l’intervento del Var per un bruttissimo fallo su Anguissa. Al 76′ invece, Koulibaly pensa bene di dare una chance agli avversari e di svegliare quei tifosi che erroneamente si stavano troppo rilassando, perchè come ormai ben sapete, se non si soffre, non è domenica. Ed ecco che impacchetta un inutile fallo (peraltro anche dubbio) da ultimo uomo e riceve sul viso un bel cartellino rosso sangue, in stile Halloween. Doppio danno in caso di doppia giornata di squalifica: salterebbe infatti Verona ed Inter (I DETTAGLI). Ma non fasciamoci la testa prima di rompercela e godiamoci un Napoli ancora imbattuto ed in vetta con il Milan (I DETTAGLI DEL MATCH CON LA ROMA) anche perchè giovedì si torna già in campo, in Europa, contro il Legia Varsavia. Ma questa è un’altra storia e ne parleremo venerdì nelle Pillole del Campionato del Napoli! 

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA